Non c’ è tempo per fermarsi a riflettere. In questa tour de force in cui è coinvolta l’ Inter non c’ è possibilità di rimanere fermi.
E quindi subito in campo dopo il deludente pareggio con lo Slavia Praga. È sabato, alle 20.45, a San Siro non sarà una partita qualunque ma sarà Milan- Inter. Tra acciacchi e rotazioni chi giocherà in casa nerazzurra?

Probabile formazione

Davanti a capitan Handanovic molto probabilmente ci saranno da destra verso sinistra : Godin, di rientro dopo il riposo in Europa, De Vrij e Skriniar. I dubbi maggiori sono nella linea a 5. A sinistra scalpita Biraghi al posto di Asamoah : probabile un turno di riposo per il ghanese. Più complessa la situazione a destra dove Candreva è uscito malconcio nel match di Champions. Le soluzioni sono tre. La prima prevede la conferma del numero ’87’, anche se difficilmente Conte lo rischierà visto il tour de force da qui a metà ottobre. La seconda prevede il debutto in campionato di Valentino Lazaro, entrato proprio al posto di Candreva nel match di Champions, che però non ha ben impressionante in Europa. La terza, più plausibile anche se più difensiva, l’ avanzamento di DAmbrosio che andrà a fare il quinto di destra. Al centro sicuro del posto Sensi, molto probabile anche la presenza di Brozovic mentre è incognita per il terzo posto. Gagliardini non ha fatto una grande prova in Champions, quindi il dubbio rimane tra Vecino e Barella. Più chance per l’ uruguagio che si esalta nei big match ; il talentino azzurro invece probabilmente entrerà a partita in corso. Davanti, seppur non al meglio, difficile immaginare un’ Inter senza Lukaku. Quindi ci saranno il belga e uno tra Lautaro e Politano. Più chance per l’ argentino, con l’ex Sassuolo pronto a dare il suo contributo dalla panchina. Sanchez invece è indietro nelle gerarchie ed un suo impiego dal primo minuto è difficile da immaginare.