Lo Stadio della Fiorentina non sarà più il Franchi, questo è ciò che ne esce dalla giornata odierna. In giornata è arrivata dal MIBACT la risposta al Comune di Firenze e alla società viola su quali tipi di interventi si potessero fare sullo stadio/monumento progettato da Nervi. La Fiorentina avrebbe voluto costruire a Campo di Marte praticamente uno stadio nuovo, in linea con tutti gli standard di funzionalità ed economici odierni, ciò che una parziale ristrutturazione non avrebbe permesso. Il MIBACT praticamente permetteva lo spostamento delle curve ed una copertuta parziale dell’impianto.

La Fiorentina non ha fatto attendere una risposta, anche piccata, soprattutto a tutte quelle voci che si erano levate affinché il Franchi non venisse toccato. Commisso ritiene il Franchi un’opzione senza futuro per la propria società. Ciò significa che il Patron americano potrebbe portare la Fiorentina a pensare di costruire il nuovo stadio a Campi Bisenzio, dove c’è un opzione su alcuni terreni per poter costruirlo.

Il comunicato di Rocco Commisso

“Con la nuova Legge Salva Stadi credevo che per il calcio italiano specialmente in questo momento di grave crisi per tutto il Paese, il Governo potesse prendere una direzione più utile per il futuro del sistema calcio e l’economia italiana in generale. Purtroppo, vedo che c’è più interesse a conservare una struttura fatiscente di cemento armato di 90 anni che permettere ai tifosi di assistere a un evento sportivo con tutti i servizi moderni e i comfort di uno stadio all’avanguardia che Firenze avrebbe meritato. Ora immagino che la burocrazia italiana insieme a tutte le realtà che si sono fortemente attivate per evidenziare al Mibact la necessità di salvare il Franchi come Archistar, Fondazioni e Comitati, siano altrettanto rapidi a raccogliere i fondi necessari che occorreranno al Comune per ristrutturare lo stadio. Bisognerà assolutamente evitare che il Franchi possa diventare una struttura abbandonata e cadente nel cuore della bellissima Firenze” ha dichiarato il Presidente della Fiorentina Rocco Commisso.