Gabriel Martinelli, attaccante classe 2001 dei Gunners, ha passaporto italiano e non ha mai indossato la maglia del Brasile. Ecco perchè c’è il pressing della nostra federazione, in contatto con l’Arsenal e con l’entourage del calciatore, confermato da Mancini in conferenza stampa. Ecco le sue parole: “Non è così facile, serve una richiesta, serve tempo. Sono giocatori col doppio passaporto”.

Adesso la FIGC vuole capire se esistono i margini per la naturalizzazione di Martinelli, il quale nei prossimi giorni sarà chiamato a far sapere se sarà interessato alla chiamata azzurra o preferirà attendere quella della Seleçao.

Da luglio all’Arsenal

L’Arsenal consapevole di aver messo le mani su un talento da un futuro luminoso a inizio luglio ha prelevato il 18enne Gabriel Martinelli dall’Ituano per ben 7 milioni di euro senza nessuna esitazione.

Martinelli è passato nel 2015 all’Ituano, dopo essere cresciuto nella squadra futsal del Corinthians, e ha debuttato in prima squadra a Marzo del 2018, subentrando durante la gara contro il Taboao da Serra all’età di 16 anni e 9 mesi. Ancora contro il Taboao da Serra, ma nel Settembre del 2018, ha realizzato il suo primo goal da professionista. Nel 2019 Martinelli viene aggregato in prima squadra e trascina la squadra ai quarti di finale del Campionato Paulista con 6 goal.

Caratteristiche tecniche

Martinelli è un attaccante molto veloce, che sa giocare su tutto il fronte d’attacco, anche da unica punta, pur amando principalmente partire da sinistra per tagliare verso il centro e liberare il piede forte, il destro.