L’allenatore della Fiorentina, Stefano Pioli, nella giornata di oggi è stato ospite a Radio Bruno e si è lasciato andare ad una lunga e interessante intervista, parlando principalmente della sua avventura a Firenze: “Crediamo all’Europa, ci sono sei squadre più forti di noi e quattro alla nostra portata: adesso il nostro obiettivo è quello di fare più punti possibili nelle prossime sette partite”.

Formazione ok a Bergamo

Il tecnico gigliato torna a parlare della partita di Bergamo che ha visto la sua squadra sconfitta per 3-1: Pioli continua a dire che, dal suo punto di vista, è giusto affrontare l’Atalanta con il 3-4-3 e che il match non è stato perso per colpa del modulo, bensì per la poca concentrazione da parte dei suoi giocatori.

I complimenti per Ilicic, da parte sua, non sono mancati, in quanto lo sloveno è stato il vero mattatore della doppia sfida ravvicinata tra viola e nerazzurri anche se, in questo caso come prima, l’allenatore parmigiano non fa mea culpa sulla marcatura ad uomo di Vitor Hugo su di lui.

Chiesa e Zaniolo

Un discorso, poi, sul suo giocatore migliore, ovvero Chiesa, definito dal mister fiorentino maturato in tutti gli aspetti e cresciuto velocemente rispetto a quanto si aspettava. Per lui, inoltre, in futuro potrebbe diventare esplosivo come Mbappé, anche se c’è un altro giocatore in rampa di lancio, Zaniolo, considerato dall’ex tecnico di Inter e Lazio un altro possibile crack del calcio italiano.

Coppa Italia

Infine, una battuta sulla Coppa Italia: Pioli afferma che l’Atalanta avrà il 51% contro il 49% della Fiorentina di passare il turno e promette che farà vedere ai suoi ragazzi tutte le rimonte avvenute quest’anno nelle varie coppe nazionali ed internazionali, a cominciare da quella del Rennes che ribaltò il 3-3 contro il Siviglia.