Fiorentina – Napoli lunch match di domani mette a confronto i due giovani virgulti del gol in Serie A .

Non solo la lotta per la qualificazione Champions del lanciato Napoli di Gattuso, non solo l’arrivederci  a Firenze della squadra viola tra salvezza  già conquistata ed eccessi del presidente Commisso, la partita di pranzo della penultima di campionato propone un’interessante sfida nella sfida tra Dusan Vlahovic e Victor Osimhen i due giovani bomber , che pure con situazioni diverse tra loro, si stanno imponendo all’attenzione del grande calcio in questo campionato di Serie A.

I gol

Victor ha segnato sette gol nelle ultime nove partite riscattando una prima parte di stagione non certo felice tra assenze e prove poco convincenti, un periodo che aveva fatto venire i brividi al vulcanico presidente Aurelio De Laurentis ripensando alla cifra investita per assicurarsi la punta nigeriana.

Dusan di gol ne ha fatti addirittura dodici nelle ultime dieci partite, che hanno fatto lievitare la sua quotazione di mercato e che lo hanno reso ancor più oggetto del desiderio di molti club tra cui spicca il Milan di Pioli che, come riportato da Mauro Vigna su Calcio Style, pare particolarmente interessato ad acquisire le sue prestazioni sportive.

Il confronto

Paura Osimhen

Veloce e potente, Victor Osimhen ha mostrato di essere dotato anche di buona tecnica e di una notevole elevazione per i colpi di testa. Nel 4-2-3-1 del Napoli di Gattuso è molto ben supportato ed assistito da Zielinski alle sue spalle e da due esterni rapidi ed efficaci nel “uno contro uno” come Lozano ( O Politano ) a destra e capitan Insigne a sinistra. l’ex Lille, paragonato spesso per caratteristiche a Didier Drogba, ha messo a segno nel suo primo anno italiano 10 gol e 2 assist in 22 presenze totali.

Alto 190 centimetri e molto forte fisicamente, Dusan Vlahovic fa della forza fisica uno dei suoi punti di forza, bravo nel difendere la palla sa destreggiarsi bene con le spalle alla porta ma è efficace anche nelle ripartenze dove esprime la sua forte progressione se i malaugurati avversari gliene lasciano gli spazi. Nel 3-5-2 di Iachini non può certo contare sulla qualità del centrocampo e della trequarti del Napoli come Osimhen ma ha potuto avvalersi del contributo tecnico e di esperienza e degli insegnamenti di una stella del calcio europeo come Franck Ribery. Considerata la sua giovane età, colpisce la freddezza sotto porta e il senso del gol che mette in mostra. 21 gol e 2 assist il suo bottino nelle 35 presenze registrate fino ad oggi nel campionato in corso.

Rapporto costo/benefici

Una differenza marcata tra i due giovani bomber ? Come giustamente fa notare il portale Firenzeviola.it, Victor Osimhen è costato ad A.D.L. circa 80 milioni tra cash e bonus mentre Dusan Vlahovic poco più di due milioni alla Viola ed almeno su questo raffronto l’agitato presidente Commisso avrà motivo di trovare un po di calma.

Chi vincerà la sfida del gol giovane ed emergente ? La parola al campo, domani ore 12,30  Stadio Artemio Franchi Firenze : Fiorentina – Napoli.