Europeo: a sorpresa, considerando la situazione ancora vigente in tutto il Paese causa pandemia, il Governo ha dato il via libera alla presenza del pubblico.

Il Governo, nella persona del Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha ufficialmente consentito l’accesso agli spettatori, pur non indicandone il numero esatto, per la partita d’esordio all’Olimpico di Roma, dove, la Nazionale di Roberto Mancini, affronterà la Turchia, nella partita d’esordio della competizione.

Una svolta a sorpresa, considerando il quadro epidemiologico vigente in Italia, con il Paese suddiviso ancora in colori per contrastare la pandemia Covid-19, nonché una prima vittoria per il Presidente della FIGC, Gabriele Gravina, il quale, da diverso tempo, richiedeva un intervento del Governo riguardo una presa di posizione in merito.

Il Governo italiano accoglie, così, la richiesta del Presidente dell’Uefa, Ceferin, che ha sempre auspicato un ritorno in sicurezza del pubblico negli stadi, per il primo Campionato Europeo itinerante della storia. Secondo le prime indiscrezioni, l’accesso all’impianto della Capitale dovrebbe essere consentito al 25% del totale, indicando comunque un primo bagliore di luce in fondo ad un tunnel che sembrava interminabile.

Il Ministro Speranza, dopo aver accolto positivamente l’esortazione di Ceferin, ha così passato, idealmente, la palla al Comitato Tecnico Scientifico, chiamato a “chiarire i protocolli che consentano di svolgere in sicurezza gli eventi”. L’Europeo 2021 prende forma; una forma, grazie alla quale s’intravede un minimo di ritorno alla normalità.