Delio Rossi, ex allenatore della Lazio, intervenuto ai microfoni di CalcioStyle.it ha parlato delle due squadre che si affronteranno in campionato, entrambe con obiettivi diversi: da un lato i biancocelesti in piena corsa scudetto, dall’altra il Milan in cerca di un posto per l’Europa League.

Al telefono con… Delio Rossi

Perché il Milan non riesce a trovare continuità nei risultati? 

Quando parliamo del Milan ci viene in mente il Milan di Berlusconi, quella squadra costellata da tantissimi campioni che è stata capace di vincere moltissimi trofei internazionali. Nel momento in cui la squadra meneghina si ritrova a giocare con calciatori come Rebic e Ibrahimovic, quest’ultimo ormai 38enne, è normale che non abbia continuità nel gioco e nei risultati. Tutto sommato, comunque, essendo il Milan in piena costruzione è normale che i risultati siano altalenanti.

La Lazio affronterà il gruppo di Pioli. Riusciranno ad avere la meglio i biancocelesti? 

Anzitutto desidero sottolineare che la Lazio è stata la squadra più colpita dalla sospensione del campionato. I biancocelesti venivano da un trend positivo e avevano buone possibilità di giocarsela alla pari con squadre come la Juventus. Inoltre, prima dello stop, il gruppo di Inzaghi giocava una partita a settimana mentre Juventus e Inter erano impegnate a disputare gare infrasettimanali. Tutto questo avvantaggiava la Lazio in campionato. Dopo la pandemia si è azzerato tutto e a trarre beneficio dalle nuove regole sono le squadre con le rose più lunghe. Detto questo, dico che col Milan, nonostante le assenze di giocatori importanti come Lulic, Immobile e Marusic, i biancocelesti scenderanno in campo con carattere provando a centrare la vittoria.