Con l’acquisto di Cristiano Ronaldo, la Juventus ha certamente smosso non solo il mercato prettamente calcistico e tecnico delle rose, ma anche e soprattutto al mercato finanziario, e dei tifosi. Se è vero dunque che i bianconeri sono la squadra meno apprezzata, ovviamente, dalla concorrenza, è altrettanto vero che costituisce la prima potenza fra coloro che invece la tifano a gran voce. Se alla curiosità di vedere un campione di questo livello, si aggiunge anche uno stadio ricolmo di ottimi servizi e, oltretutto, che offre uno spettacolo architettonico decisamente notevole, allora le carte in tavola pesano. Tutto questo pacchetto, offre al tifoso più di uno stimolo per raggiungere lo stadio, e godersi un insieme di straordinari fattori che rendono la domenica pomeriggio, un traguardo da attendere con trepidazione. Di seguito, vi indicheremo non solo come acquistare i biglietti per poter presenziare alle partite casalinghe della squadra guidata da Sarri, ma anche come giungere allo stadio, indicando poi i vari settori che possono essere scelti.

Come raggiungere lo stadio

Risulta estremamente facile raggiungere lo Stadium con ogni mezzo.
Partiamo dal treno. Dopo essere giunti a Torino presso le stazioni Porta Nuova o Porta Susa occorrerà prendere la metro in direzione Fermi. Una volta scesi alla fermata Bernini, nei giorni di gara, sarà possibile utilizzare apposite navette che portano allo Stadium (linea 9b), in funzione da circa due ore prima dell’inizio della partita. Al ritorno, l’ultima navetta parte dallo Stadium 45 minuti dopo la fine della partita e prosegue fino alla stazione Porta Nuova.
In bus e metro, si hanno altre due alternative. Una volta arrivati a Torino, occorrerà prendere la Metro fino a Massaua + linea 62 o VE1. O ancora, sarà possibile prendere le Linee 62, 72, 75, VE1 (attive tutti i giorni) e 9/ (attiva solo nei giorni di gara).
In aereo. Una volta atterrati all’aeroporto di Torino Caselle, sarà necessario prendere il raccordo autostradale fino a Corso Grosseto. Una volta giunti lì, occorrerà girare a destra e lo stadio si innalzerà davanti alla fine di corso Grosseto. Se non ci sono problemi di traffico basteranno circa 20 minuti.
Più facilmente sarà possibile arrivare all’Allianz Stadium in altro modo. Una volta giunti all’aeroporto basterà percorrere a piedi un centinaio di metri per arrivare alla stazione ferroviaria di Torino Porta Susa, da cui è possibile prendere la linea metropolitana M1 in direzione Fermi. Arrivati alla fermata Bernini, vengono messi a disposizione dei visitatori diversi servizi bus: nei giorni della partita ci sono navette dedicate o gli autobus delle linee 62, 72, 75 e VE1.
Ovviamente l’Allianz Stadium è facilmente raggiungibile anche in auto. Da Milano sarà necessario percorrere l’autostrada A4/E64 per poi prendere la A55/E64 all’uscita Piacenza/A26/Genova/E717/A6/Savona ed entrare nella A55. Una volta entrati occorrerà uscire a Venaria/Torino e proseguire per Corso Garibaldi.
Da Napoli e Roma, così come da Firenze e Bologna, occorrerà invece prendere l’A1 (uscita Druento/Torino): una volta arrivati in città sarà necessario percorrere Corso Alessandria, Via Casagrande, Corso Garibaldi fino a diventare Strada Altessano.

I settori dello stadio

I settori che caratterizzano l’Allianz Stadium, casa della squadra bianconera, sono molti e tutti perfettamente comodi per la corretta visione del Match.
La Tribuna Nord: Come per lo Stadio Olimpico, questo settore occupa uno dei due lati dello stadio, esattamente come la Tribuna Sud, che chiaramente occupa il lato opposto.
Alle basi dello stesso stadio troviamo, da sinistra a destra, l’Ovest laterale, metà dell’Ovest centrale e, proprio fra le due metà dell’ultima annunciata, il Premium Club. Si riprende con le metà delle due Ovest, fino alla Tribuna sud. Dall’altra base, rispetto al settore premium, troviamo il settore Family, la Est centrale, l’Est laterale, e L’Est 2, giugendo infine al settore ospiti, attaccato alla Tribuna nord.
I prezzi
Per stipulare la parte economica della guida, prenderemo come esempio la partita che vede i campioni in carica sfidare la Neo promossa Hellas, proprio all’Allianz Stadium. La tribuna Nord ha un costo di 35 euro, La Est Laterale 1 costerà 90 euro,e la Tribuna Ovest 1, 110. C’è però da sottolineare anche la presenza di alcume promozioni, relative alla famiglia. Basti pensare che, la Tribuna Est Laterale 2, che normalmente verrebbe a costare 85 euro, con la Promo offerta dalla società bianconera, il costo si riduce a 54 euro. Uno sconto certamente notevole.

Dove comprare i biglietti

E’ possibile acquistare i biglietti per le gare casalinghe della squadra Torinese attraverso il sito ufficiale bianconero, prenotandoli online tramite TicketOne, ma anche tramite una chiamata telefonica direttamente inviata ai centri specifici, come gli store bianconeri. E’ ovviamente possibile acquistare i tagliandi anche presentandosi fisicamente proprio negli stessi store Juventini. Per poter acquistare i biglietti sarà necessario consegnare i propri dati tramite un documento valido, come La carta d’identità, la patente, o la tessera sanitaria. Anche all’ingresso dello stadio serve il documento. Lo spettatore che si reca allo stadio, per entrare ed assistere all’evento dovrà mostrare al personale di servizio, oltre al biglietto valido, anche il documento d’identità richiesto, altrimenti rimarrà fuori. Addirittura se lo spettatore si presenta col biglietto valido non intestato a lui, oltre a non entrare riceverà anche una multa.
Documenti per comprare biglietti trasferta
È molto simile l’acquisto di un biglietto per una partita in trasferta, a meno di limitazioni da parte del Viminale o della società di calcio che gioca in casa. Lo spettatore si dovrà recare nei punti vendita autorizzati e mostrare i propri documenti necessari (un documento valido di identità e codice fiscale, gli stessi documenti necessari per l’acquisto di ticket casalinghi). In molti casi é necessaria anche la tessera del tifoso per farsi ‘caricare’ il biglietto su di essa, evitando qualsiasi truffa. La tessera del tifoso è necessaria (anche in questo caso a discrezione delle squadre di calcio) solo per il settore ospite. L’utilizzo della tessera del tifoso è in continuo sviluppo e si cercherà, nell’arco di tre anni, di farla diventare una carta di fidelizzazione, ovvero uno strumento esclusivamente di marketing per le società sportive.