Un progetto davvero affascinate, che porterà aria di rinnovamento, a Bologna. Il progetto del nuovo stadio Dall’Ara è stato presentato ieri, proprio all’interno della struttura nata ormai nel  lontano 1927: «Sarà un bellissimo mix fra antico e moderno – ha dichiarato il patron del Bologna Joey Saputo, presente assieme al Sindaco di Bologna Virginio Merola – un impianto che manterrà la sua struttura architettonica che fa parte della storia ma alla quale verrà abbinata la bellezza della modernità»

Il nuovo stadio

Lo stadio avrà una capienza di  27.000 posti, estendibile a 29.000 per eventi di particolare importanza. Sarà, interamente coperto, con curve e tribune che verranno messe più vicine al campo, dai 43 metri attuali a circa 7,5. Uno stadio all’inglese, per capirci. Il progetto di restyling del Dall’Ara ha ancora tempi di realizzazione non definiti, ma si pensa che i lavori possano cominciare tra non più di due anni: «Confido che nel giro di 5 anni tutto sarà fatto» ha aggiunto Saputo.

Il Comune

Nel progetto il Comune di Bologna stanzierà 30 milioni, come spiega Merola: «Questo progetto renderà ancor più bella la nostra città. Le idee ci sono, la volontà pure, come le risorse. Abbiamo scelto di non cementificare ma di investire in una struttura storica già esistente e capace di qualificare ancor di più la nostra città».

Il progetto

Il progetto infine sarà opera dell’architetto Gino Zavanella, già progettista dello Juventus Stadium che afferma “Abbiamo iniziato a lavorarci nel 2015, i servizi saranno aumentati, verranno sfruttate fonti moderne (geotermia e pannelli fotovoltaici)”.

Nei prossimi giorni verranno evidenziati i partner finanziari per un progetto di rinnovo dell’impianto davvero affascinante.

Ecco il video di presentazione