Cristiano Ronaldo è sbarcato a Torino ieri sera con il suo jet privato, insieme alla compagna ed ai figli. Questa volta per restarci: dopo la toccata e fuga di due settimane fa per le visite mediche e la firma sul contratto, per il campione portoghese si tratta del primo vero contatto con la città.

 

Il primo allenamento

Tanti i tifosi ad attenderlo intorno alle 14:50 all’esterno della Continassa, il nuovo centro sportivo della Juventus, dove stanno per arrivare anche gli altri juventini reduci dai Mondiali in Russia. Il primo a presentarsi è stato il colombiano Cuadrado, che ha ceduto proprio a Ronaldo la maglia numero 7. Finalmente Cristiano Ronaldo. Alle 14.50 una jeep grigia – col marziano dentro – sfreccia dentro al campo sportivo salutata dal boato d’accompagnamento dei circa 200 tifosi della Juve accorsi alla Continassa per salutare da vicino il primo giorno da vero bianconero del portoghese. La stessa auto venti minuti dopo esce dal centro sportivo e conduce CR7 al J Medical per dei test fisici. Ancora incerto se subito dopo il portoghese tornerà alla Continassa per una sgambata coi primi nuovi compagni che ha trovato a Torino mentre il resto della truppa bianconera è in Usa per la tournée, e cioè Dybala, Cuadrado, Higuain, Douglas Costa e Bentancur. Tra J Medical e nuovo centro sportivo bianconero, CR7 inizia quindi a preparare la sua prima stagione in Serie A. Per vedere finalmente il cinque volte Pallone d’Oro impegnato in una partita bisognerà aspettare il 12 agosto, il giorno della tradizionale amichevole di Villar Perosa che è già sold-out. Davanti alla Continassa anche il ritrattista Marco Genovese che ha esposto due quadri raffiguranti Ronaldo: chissà se passando davanti, il marziano bianconero non abbia apprezzato.

Doppia villa con piscina

Un’avventura che vedrà il fuoriclasse portoghese vivere in una lussuosissima dimora di Torino: due ville con due ingressi separati, immersi nel bosco e in zona centrale. La “casa” di CR7 si trova alle spalle della Gran Madre, non distante dall’abitazione di John Elkann. Il livello di sicurezza è ai massimi livelli, la privacy sarà garantita da siepi e telecamere. Dentro si trova di tutto: da una piscina coperta all’ immancabile palestra perché Cristiano si allena quotidianamente anche a casa. È immersa in un bosco che la rende praticamente invisibile, però allo stesso tempo è vicina al centro, e pare che sia proprio questo ad aver conquistato Cristiano Ronaldo. In più da lassù potrà godere di una vista impareggiabile: le colline da una parte, il fiume dall’altra. A osservarla da questa prospettiva, è come se Torino fosse ai piedi di CR7, un omaggio della città al campione tanto atteso e appena arrivato. La curiosità è che da qualche giorno è impossibile avvicinarsi alla villa in questione: all’imbocco della stradina privata che porta fino ai cancelli d’ingresso c’è un uomo della Telecontrol che impedisce il passaggio e allontana i curiosi. Siamo alle spalle della Gran Madre, uno dei luoghi simbolo di Torino. In piazza trovate locali di tendenza e poco distante c’è Birilli, uno dei ristoranti di Chiambretti. A destra c’è la strada che porta alla residenza di John Elkann, a sinistra si vedono i tornanti che conducono alla nuova dimora del campione portoghese. I primi lavori sono già stati fatti, altri probabilmente ne serviranno perché tutto sia a misura e a gusto di Cristiano. Che ha esigenze ben precise: nella casa in pre-collina ha trovato lo spazio per una palestra e anche per una piscina coperta. Sul tetto si vedono anche dall’esterno un solarium e un salotto con poltrone e divanetti. Le camere da letto per ospitare la numerosa famiglia e i tanti amici naturalmente non mancano: si tratta di due case collegate, ognuna con un ampio parco. Ronaldo, con fidanzata, figli e tutto il codazzo, si dovrebbe trasferire in una. L’altra servirebbe principalmente a garantire al campione una privacy totale. Così non correrebbe il rischio di avere vicini impiccioni.

Gli effetti già alla prima di campionato

Come una rockstar: CR7 si appresta a vivere la prima stagione da stella assoluta del campionato italiano, anche le biglietterie si adeguano. A cominciare da quella del Chievo, che ospiterà la Juventus alla prima giornata di campionato fissata al 19 agosto. In attesa della definizione di anticipi e posticipi (domani verranno fissati quelli delle prime tre giornate), la società veronese ha adeguato i prezzi in base al cast bianconero. Così, nel giro di poche ore, sono cambiate le tariffe previste per la Fascia 1, quella delle big. Poltronissime da 100 a 150 euro (aumento del 50%), poltrone da 50 a 70 euro (+40%), Tribuna superiore da 40 a 60 euro (+50%) e Curve da 30 a 50 euro (+66%). Da mercoledì scatta la corsa all’acquisto.