Cagliari Jeda

Cagliari Jeda, una bella storia, che i tifosi rossoblù non hanno mai dimenticato, e che lo stesso brasiliano conferma di avere nel cuore. CalcioStyle ha fatto alcune domande a Jeda Capucho Neves, eccole per voi lettori del nostro giornale del calcio online.

Cagliari Jeda, l’intervista

-Ciao caro Jeda, in carriera hai cambiato diverse maglie, quali sono le esperienze che ti hanno segnato maggiormente?

Tutte le esperienze che ho fatto mi hanno segnato in maniera positiva… porto nel cuore tutte queste esperienze e ho rispetto e ammirazione per le maglie che ho indossato… sicuramente l’ esperienza a Cagliari è stata molto forte e importante, però ritengo che tutte siano state importanti per me.

-Quali sono i compagni ai quali sei più legato, che senti ancora?

Sei rimasto a vivere in Italia con la tua famiglia. Come mai questa scelta di vita? tanto e mi hanno lasciato bellissimi ricordi. C’è ne sono tanti che sento ancora, non ne ho uno in particolare.

Esclusiva CalcioStyle

-Torneresti a lavorare con il Cagliari? Secondo te si salverà?
– Lavorare con il Cagliari? Ci andrei di corsa senza pensarci nemmeno un secondo. Non mi passa neanche per l’anticamera del cervello che questo possa succedere. Spero, ma sono convinto che c’è la farà, i mezzi c’è li ha.

-I tifosi e la gente di Cagliari ancora si ricordano di te.Tu che ricordi hai?

Sono e sarò eternamente onorato per l’affetto che la gente di Cagliari ha nei miei confronti. Anche loro per me contano tanto e mi rimarranno nel cuore per sempre.

-Sei rimasto a vivere in Italia con la tua famiglia. Come mai questa scelta di vita?
Si sono rimasto in Italia perché mi sono ambientato molto bene. Questa ritengo sia casa mia, l’Italia mi ha dato tantissimo e mi ha accolto come un figlio. Sono felice di vivere in questo paese.