Nato il 27 settembre de 1953 a Tripoli, Claudio Gentile è stato uno dei più forti difensori italiani. Nella sua carriera ha vestito le maglie di Juventus, Fiorentina e Piacenza. Poco tempo fa durante una trasmissione televisiva ha dichiarato. “Io non sono diventato juventino, io sono nato juventino!”. Una dichiarazione bellissima, che l’ex difensore della Nazionale ha detto con le lacrime agli occhi, dando veramente l’impressione di parlare con il cuore in mano. Una dichiarazione che ha fatto il giro del web, e che ha fatto infiammare i tifosi bianconeri, che ricordano sempre Gentile con grande affetto. Un terzino destro tra i più forti della storia del calcio italiano, un vero “francobollatore” di attaccanti. Chi lo ha conosciuto lo ricorda come un vero mastino, come colui che mise la museruola durante i mondiali vinti con l’Italia nel 1982, a calciatori del calibro di Maradona e Zico. Celebre la maglia strappata al campione carioca, durante il quarto di finale vinto con il risultato di 4-3 contro il Brasile. Con la Juventus il terzino destro bianconero ha vinto tutto in Italia ed in Europa, oltre ad essere stato campione del mondo con la Nazionale nel 1982. Insomma un calciatore vincente che dopo ha intrapreso la carriera da allenatore, per ora ferma al 2014 quando allenò il Sion in Svizzera. Claudio è stato un grande calciatore, una persona per bene che come ha detto, ha sempre amato i colori bianconeri, un vero tifoso della Vecchia Signora.