fonseca

Ci rimane solamente la Roma, nelle due principali competizioni europee. Le recenti eliminazioni di Lazio, Atalanta e Milan sono un segnale inequivocabile: Le italiane non riescono ad essere competitive in europa.

Rimane soltanto la Roma, fra le squadre del campionato nostrano, a contendersi un titolo europeo che, con la qualificazione del Manchester, appare come un piccolo miraggio. Ciò nonostante, i giallorossi hanno dimostrato a più riprese di saper studiare i match, seppur negli scontri con le big faccia fatica. Ma cosa dice la storia della squadra capitolina, quando parliamo di Coppa Uefa, o Europa league?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Calciomercato Roma: il talento argentino è ad un bivio

Roma, salvaci tu: I precedenti dei giallorossi in Coppa Uefa

I precedenti, negli anni che precedono quello corrente, sono abbastanza scuri e sopratutto, privi di successi. I giallorossi in data odierna alle ore 13 scopriranno i loro avversari ai quarti di finale di Europa League. Le avversarie sono certamente forti, ma questo non deve destabilizzare un ambiente che tanto bene sta facendo e ha fatto, fino ad ora. Partiamo il viaggio dalla primissima apparizione della squadra capitolina in Coppa Uefa, nel lontano 1976, che trova la fine solo agli ottavi di finale, per colpa di un Club Brugge che li liquida per 1 a 0 sia all’andata, che al ritorno. Nella stagione 82/83, grazie al terzo post ottenuto l’anno precedente, i giallorossi sbarcano nuovamente in Europa. Il loro percorso arriva ma si conclude proprio ai quarti, grazie al Benfica. Per poter vedere i lupacchiotti in finale, bisognerà aspettare la stagione 90/91, dove i romanisti escono sconfitti dai nerazzurri dell’Inter per 2 a 0. La gara di ritorno vede i giallorossi vincenti per 1 a 0, ma non basta per alzare la coppa. Una storia purtroppo priva di gloria, per ora, per la squadra di Fonseca che ha la responsabilità di ridare lustro al nostro campionato.