La Roma per i quarti di finale di Europa League ha avuto in sorteggio l’Ajax per una sfida ricca di fascino. Andata 8 aprile in Olanda, ritorno il 15 in Italia.

L’urna di Nyon ha decreto l’avversaria per i quarti di finale di Europa League, sarà l’Ajax la prossima avversaria della Roma.  Un sorteggio non troppo fortunato, anche se per il momento è stato scampato il pericolo Manchester United, che potrebbe concretizzarsi in un’eventuale finale. Chi passerà il turno tra Roma e Ajax affronterà la vincente tra United e Granada.

I lancieri sono arrivati nella seconda competizione europea dopo essere arrivati terzi nel girone D di Champions League, dietro a Liverpool e Atalanta. Nei sedicesimi di E.L l’Ajax ha eliminato il Lille con un doppio 2-1, mentre negli ottavi ha eliminato lo Young Boys, con due vittorie, 3-0 in casa e 2-0 in trasferta.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO:>>> Calciomercato Roma: il talento argentino è ad un bivio

La Roma pesca l’Ajax, i pericoli olandesi

I pericoli per i giallorossi arrivano soprattutto dal reparto avanzato, il tridente composto da Neres, Tadic e Anthony può causare non pochi grattacapi alla difesa di Fonseca. Un altro elemento molto interessante, inseguito a lungo anche dai giallorossi che con Petrachi si erano spinti ad offrire 15 milioi è il centrocampista Ryan Gravenberch, centrocampista centrale, movenze alla Pogba, con un buon fiuto del gol, classe 2002.

Roma-Ajax, l’ultima partita di Falcao

Di precedenti in ambito europeo c’è solo un ottavo di Champions League della stagione 2002-03 tra Roma e Ajax, a passare il turno furono i lanceri. All’andata, all’Olimpico, fu 1-1, col di Van der Meyde per gli olandesi e di Cassano per i giallorossi. Al ritorno vittoria Ajax per 2-1 con gol di Batistuta che non bastò a pareggiare quelli di Ibrahimovic e Litmanen.

Roma-Ajax è stata anche l’ultima partita di Paulo Roberto Falcao con la maglia giallorossa. Un’amichevole del 14 giugno 1985, finì 1-1 reti di Van Het Schip e Gerolin. Dopo quella gara l’ottavo re di Roma non vestì più la maglia giallorossa.