E’ tempo di finale per la Uefa Europa League. A Danzica va di scena la sfida tra gli spagnoli del Villarreal e gli inglesi del Manchester United.
La Serie A nel Pallone in collaborazione con Calcio Style vi racconteranno questa finale con due cronisti d’eccezione: Gabriele Di Pietro e Antonio Mariano.

Come arriva il Villarreal

Gli spagnoli arrivano a questa finale da imbattuti dopo aver vinto in modo agevole il proprio gruppo I (Maccabi Tel Aviv, Sivasspor e Qarabag), eliminando con una doppia vittoria il Salisburgo ai sedicesimi, la Dinamo Kiev agli ottavi, la Dinamo Zagabria ai quarti ed in semifinale vincendo in casa contro l’Arsenal e ottenendo un pareggio all’Emirates nella sfida di ritorno.
Il campionato l’hanno concluso in settima posizione, qualificandosi per i preliminari della nuova Conference League.
In caso di vittoria del trofeo, il sottomarino giallo andrebbe direttamente in Champions League, partendo come testa di serie. In questo caso ci ritroveremo cinque squadre dello stesso paese per la prossima maggiore competizione europea.

Come arriva il Manchester United

Gli inglesi hanno cominciato questa competizione solo dopo essere stati retrocessi dalla Champions League, arrivando terzi nel loro girone.
La stagione dei Red Devils in Europa League inizia ai sedicesimi con la doppia sfida contro la Real Sociedad, con una vittoria esterna ed un pareggio all’Old Trafford gli inglesi si sono qualificati. Stessa modalità agli ottavi contro il Milan, ai quarti doppia vittoria contro il Granada ed in semifinale netto 6-2 contro la Roma in Inghilterra ed ha reso inutile la sconfitta per 3-2 all’Olimpico da parte dei giallorossi.
Il campionato inglese l’hanno chiuso al secondo posto dietro i cugini del Manchester City e quindi certi di giocare la prossima Champions League, dove partiranno dalla seconda fascia, in caso di trionfo europeo diventerebbero testa di serie.

Le parole di Emery e la probabile formazione

Unai Emery:”Il Manchester United è considerata favorita per la storia del club e la forza dei suoi calciatori, ma anche noi non siamo venuti in vacanza a Danzica. Analizzando la sfida, la chiave sarà sfruttare tutte le occasioni che arriveranno.”

I dubbi di Emery di formazione sono tre: Il portiere, con Rulli titolare per tutta la competizione, ma fermo da diverse settimane, pronto Sergio Asenjo. Il terzino destro con il ballottaggio tra Foyth e Mario Gaspar. In attacco uno tra Bacca e Paco Alcacer per affiancare Gerard Moreno davanti.
Probabile formazione (4-4-2): Rulli; Foyth, Raul Albiol, Pau Torres, Alfonso Pedraza; Yeremi Pino, Capoue, Dani Parejo, Trigueros; Gerard Moreno, Bacca.

Le parole di Solskjaer e la probabile formazione

Ole Gunnar Solskjaer:”Sarà speciale, la mia prima finale europea. Sono orgoglioso di aver portato questo grande club fino alla fine, è stato un viaggio fantastico e questo sarà il primo passo per riportare lo United dove merita nei top club europei.”

Solskjaer ha annunciato in conferenza stampa che il capitano Harry Maguire ha provato in tutti i modi ad essere presente, ma non sarà a disposizione. Quindi BaillyLindelof sarà la coppia centrale. Per il resto di formazione nessun dubbio giocano i migliori.
Probabile formazione (4-2-3-1): De Gea; Wan-Bissaka, Bailly, Lindelof, Shaw; McTominay, Fred; Rashford, Bruno Fernandes, Pogba; Cavani.

Precedenti ed ex

Una curiosità tra queste due squadre in quattro precedenti, il risultato finale è sempre stato di 0-0. Quattro sfide tutte nella fase a girone della Champions League. Nella stagione 2005-2006 e nella stagione 2008/2009.

Gli ex di questa sfida sono quattro: solo Eric Bailly sarà titolare in questa finale. Gli altri tre che hanno indossato la casacca di entrambe le squadre sono stati: Diego ForlanGiuseppe Rossi e Antonio Valencia.