Europa League: Milan primo nel girone

Importantissima vittoria quella ottenuta ieri sera in rimonta dal Milan davanti ai suoi tifosi per 3-1 contro l’Olympiacos. I greci, come era prevedibile, si sono dimostrati ostici e ben messi in campo, tanto che al 14′ minuto passano in vantaggio con il numero 9 Guerrero abile a girare in rete su assist di Koutris. Ennesima rete subita dal Milan, la squadra rossonera da troppo tempo prende gol ed il problema della difesa sta diventando ormai una consuetudine.

Il Milan nei minuti successivi al gol non riesce a sfondare e continua a subire il gioco avversario facendo acqua a centrocampo con Biglia e soprattutto Bakayoko decisamente da rivedere. Quest’ultimo continua a non convincere e ieri è stato un vero e proprio disastro sbagliando tutto quello che c’era da sbagliare con movimenti goffi, impacciati e passaggi del tutto imprecisi.

La svolta

Il tecnico Gattuso decide di avvicinare Castillejo ad Higuain passando di fatto ad un classico 4-4-2 con Bonaventura largo sulla sinistra. L’argentino rientrato dall’infortunio ai flessori non è ancora del tutto recuperato nella condizione fisica e fino a quel momento era stato lasciato troppo solo enon aveva la gamba per andarsi a prendere palloni giocabili come altre volte aveva fatto, pertanto la scelta di affiancargli lo spagnolo è stata assolutamente azzeccata e vincente e da quel momento il Diavolo ha cambiato faccia.

Entra Cutrone

Nel secondo tempo entra in campo decisamente un altro Milan e Gattuso passa al vero doppio centravanti inserendo Cutrone per Castillejo e Calhanoglu per Bonaventura che non la prende molto bene. Il turco, apparso sottotono nelle precedenti apparizioni, risponde alla chiamata con una prestazione stellare con giocate di assoluta qualità, due assist ed un palo. Il pareggio del Milan arriva al 70′ quando Cutrone di testa riesce a buttarla dentro sfruttando un assist al bacio di Rodriguez.

Dopo soli 6 minuti il Milan passa in vantaggio con il gol del solito Higuain che ben pescato da Calhanoglu sterza sul sinistro, salta Cissè e deposita in rete superando il portiere avversario Sa. Il 3-1 avviene dopo 3 minuti ad opera nuovamente di Cutrone che è abilissimo a raccogliere il traversone del turco dalla destra.

Le parole di Gattuso

E’ un Rino Gattuso soddisfatto a metà quello che si è presentato ieri sera dinnanzi ai microfoni nel post partita. Il risultato ovviamente ha ripagato di tutto, ma il tecnico analizza con lucidità la gara e si dice poco convinto per la prestazione globale nel primo tempo ammettendo di aver visto poca veemenza, di aver costruito molto poco e subito troppo il gioco degli avversari, come spesso succede alla squadra da inizio stagione.

Si dichiara invece contento per come la squadra ha saputo interpretare un modulo nuovo, sì provato qualche volta in allenamento, ma poco collaudato come il 4-4-2 elogiando Higuain e Cutrone per il grande spirito di sacrificio dimostrato giocando in condizioni non ancora al top siccome entrambi provenivano da un infortunio che li aveva tenuti fuori dal campo di gioco.

Le pagelle dei rossoneri

Reina 6: incolpevole in occasione del gol, per il resto se la cava senza alcun problema.

Calabria 5,5: qualche pasticcio di troppo, trasmette insicurezza.

Romagnoli 5,5: non vive un buon momento e si vede, insicuro e spesso in ritardo sulle incursioni avversarie.

Zapata 5: non ripaga la fiducia accordata dal tecnico Gattuso, sovrastato da Guerrero in occasione del gol del vantaggio greco.

Rodriguez 7: impeccabile sotto l’aspetto difensivo, e questa finalmente è una buona notizia, confeziona un assist preciso sulla testa di Cutrone in occasione del pareggio.

Bonaventura 5,5: non una grande gara per lui, si incupisce per la sostituzione.

Calhanoglu 7: subentra al posto di uno spento Bonaventura e semina il panico con 2 assist perfetti per i 2 gol rossoneri e colpisce 1 palo.

Biglia 5: soffre eccessivamente nel primo tempo, si rialza nel secondo, ma un centrocampo di qualità e quantità è ben altra cosa.

Bakayoko 4,5: un disastro, limiti evidenti dai punti di vista tattici, tecnici e caratteriali, una prova di cui si può salvare nulla, decisamente il peggiore in campo.

Suso 6,5: sempre e comunque nel vivo del gioco, meno ispirato rispetto alla gara contro il Sassuolo, ma comunque pericoloso.

Castillejo 5: passo indietro per lo spagnolo che non riesce a replicare le buone prestazioni delle partite scorse. Giornata decisamente no.

Cutrone 8: subentra a Castillejo con una grinta ed una cattiveria agonistica da far paura, hanno aperto la gabbia ed il leone si è scatenato con 2 pregevoli reti, soffre per la caviglia ancora dolorante, ma non lo da’ a vedere.

Higuain 7: grande trascinatore sebbene non in perfette condizioni fisiche, segna un gran gol, combatte su ogni pallone da vero attaccante di razza e di esperienza.

Gattuso 7: inizio di partita da 5, ma poi è bravissimo ad apportare i giusti correttivi con cambi opportuni interpretando benissimo la gara e la piega che stava prendendo. Ancora troppe incertezze a centrocampo ma in attacco la coppia Higuain – Cutrone ha dimostrato essere devastante e spetterà quindi al tecnico trovare tempi e modi per farli coesistere al meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *