Con l’Europeo alle porte, una nuova rubrica di preparazione vi annuncia tutti i convocati, il calendario e le curiosità delle 24 nazionali che dall’11 Giugno, per un mese, faranno entusiasmare tutto il calcio europeo.

Sarà il primo Europeo itinerante composto da 11 città in tutto il continente, originariamente erano 12 prima della rinuncia di Dublino, e rispetto a quest’ultimo anno si rivedrà il pubblico per almeno il 25% in ogni stadio.
Il terzo articolo è dedicato al Gruppo C: UcrainaOlandaAustria e Macedonia del Nord.

Ucraina

La squadra di Shevchenko arriva a questo europeo da testa di serie. Non è la favorita per vincere il girone in quanto l’Olanda, tra tradizioni e attuale organico parte favorita.

Sheva si affida ad una rosa per lo più di calciatori che giocano in patria tra Shakhtar e Dinamo Kiev, due terzi convocati. Tra questo spicca il giovane 2002 difensore centrale Zabarnyi, potenziale crack mondiale. Gli uomini più attesi per questo europeo sono coloro che non giocano in Ucraina, Malinovskyi trequartista dell’Atalanta e Zinchenko, terzino del Manchester City.

Il capitano è l’eterno Pyatov, portiere storico dello Shakhtar, ma in quest’ultima stagione nel suo club il giovane Trubin, classe 2001, ha spesso giocato dal primo minuto. Anche in nazionale l’estremo difensore che ha collezionato quasi cento presenze, non dovrebbe partire titolare, in quanto il Ct ex bandiera del Milan, nelle ultime amichevoli ha fatto una rotazioni di portieri.

In attacco la certezza è Yarmolenko, reduce da un’ottima stagione con il West Ham. Assieme a lui il centravanti del Genk, Yaremchuk.

 

I 26 convocati da Shevchenko

Probabile Formazione (4-1-4-1):
Trubin (Pyatov);
Karavaev, Zabarnyi (Kryvtsov), Matvienko, Zinchenko (Mykolenko);
Stepanenko;
Yarmolenko, Malinovskyi, Marlos, Zubkov;
Yaremchuk

 

 

 

 

 

Olanda

Gli orange hanno il grande vantaggio di giocare le tre partite in casa ad Amsterdam e soprattutto perchè le altre avversarie giocheranno a Bucarest, in campo neutro. Curiosità: la Romania assieme all’Azerbaijan sono le nazionali che ospitano il torneo, ma non si sono qualificati a questa competizione.

Frank De Boer ha a disposizione una squadra molto competitiva e si candida nell’essere tra le favorite per la vittoria finale. Criticato dal gemello Ronald, che lo accusa di essere un difensivista, il Ct ex Inter ha un reparto arretrato con tantissima qualità. Nonostante l’assenza di Van Dijk, gli “italiani” De Vrij e De Ligt sono tra i migliori al mondo nel loro ruolo. Il terzo calciatore a giocare nel nostro paese è De Roon, mediano tutto fare per Gasperini all’Atalanta e per De Boer in nazionale.

Il capitano è il neo acquisto del Psg, Wijnaldum arrivato alla corte dei principi, dopo la scadenza del contratto a Liverpool. La stella a centrocampo è De Jong del Barcelona. Gli olandesi hanno sempre avuto giovani talenti da lanciare ed in questo europeo da tener d’occhio sono Gravenberch 2002, Koopmeiners 1998 e Timber 2001.

In attacco la certezza è Depay, al momento svincolato da Lione. Assieme a lui il titolare dovrebbe essere il centravanti del Wolfsburg, Weghorst. In porta Cillessen costretto ad un forfait per aver preso il Covid, lascia spazio a Marco Bizot, estremo difensore dell’Az Alkmaar. Il ballottaggio come numero uno sarà tra Stekelenburg, calciatore più anziano dell’europeo con i suoi 38anni già compiuti e Krul, il para rigori dei Mondiali del 2014. Anche Van de Beek dovrà rinunciare per via di un infortunio e non sarà sostituito.

Probabile Formazione (5-3-2):
Krul (Stekelenburg);
Dumfries, Timber, De Vrij, De Ligt, Wijndal;
Wijnaldum, De Roon, De Jong;
Depay, Weghorst

 

 

 

 

I 26 convocati da De Boer

Austria

Tanta Bundesliga nelle convocazioni del Ct tedesco Franco Foda. Una delle pochissime nazionali senza calciatori che militano in Italia. Una vecchia conoscenza del nostro calcio, Marko Arnautovic, centravanti austriaco è uno dei protagonisti del Triplete dell’Inter del 2010 e Lazaro tornato alla beneamata dopo l’esperienza al Borussia Monchengladbach.

Il calciatore più rappresentativo è David Alaba, ex bandiera del Bayern Monaco, nuovo acquisto del Real Madrid. Il capitano gioca nel Bayer Leverkusen ed è il centrocampista Baumgartlinger.

I giovani da tener d’occhio i due calciatori dell’Hoffenheim, Grillitsch e Baumgartner. In attacco la sorpresa potrebbe essere il nuovo bomber dello Stoccarda, Kalajdzic.

Probabile Formazione (3-5-2):
Bachmann;
Dragovic, Hinteregger, Friedl (Ulmer);
Lazaro (Lainer), Baumgartner (Baumgartlinger), Grillitsch, Sabitzer, Alaba;
Kalajdzic, Arnautovic (Gregoritsch)

 

 

 

 

I 26 convocati da Foda

Macedonia del Nord

Prima esperienza della Macedonia in un campionato europeo. Non parte favorita, ma il girone non è impossibile per un passaggio del turno.

Il Ct locale Angelowski affida le chiavi dell’attacco al suo capitano Goran Pandev, centravanti del Genoa e uomo più rappresentativo di tutta la nazione. Ha creato anche una squadra in Macedonia dove è il presidente e si chiama Akademija Pandev, dove troviamo un attaccante convocato da questa squadra, Marjan Radeski.

Tra le conoscenze nel nostro campionato oltre Pandev troviamo Elmas, centrocampista del Napoli e Nikolov in forza al Lecce. Non ci sarà l’attaccante dell’Udinese Nestorovski per via di un infortunio. Al suo posto titolare ci sarà un ex calciatore del Palermo come Trajkovski, oggi protagonista nella promozione del Maiorca in Liga.

Probabile Formazione (3-5-2):
Dimitrievski;
Ristovski, Musliu (Velkovski), Ristevski;
Nikolov, Kostadinov, Elmas, Spirovski (Ademi), Alioski;
Trajkovski (Trickovski), Pandev

 

 

I 26 convocati da Angelowski

Programma Gruppo C

Gruppo C
1°Giornata
Domenica 13 Giugno18:00BucarestArena NationalaAustriavsMacedonia del Nord
Domenica 13 Giugno21:00AmsterdamJohan Cruijff ArenaOlandavsUcraina
2°Giornata
Giovedì 17 Giugno15:00BucarestArena NationalaUcrainavsMacedonia del Nord
Giovedì 17 Giugno21:00AmsterdamJohan Cruijff ArenaOlandavsAustria
3°Giornata
Lunedì 21 Giugno18:00AmsterdamJohan Cruijff ArenaMacedonia del NordvsOlanda
Lunedì 21 Giugno18:00BucarestArena NationalaUcrainavsAustria