Seconda giornate di gare, troppe ombre sull’Italia

Nel trampolino sincronizzato femminile solo settimo posto per Pellacani e Bertocchi, oro alle solite, manco a dirlo, cinesi.

Nella scherma solo quarto posto per Andrea Santarelli e Alice Volpi. L’azzurra, dopo aver battuto 15-7 la connazionale Arianna Errigo, che aveva tentato un inutile rimonta, si è dovuta arrendere alla russa Deriglazova 10-15 e poi, rimontata è stata sconfitta da un’altra russa, la Korobeynikova 14-15. Santarelli ha superato il giapponese Yamada 15-13  ma è stato battuto prima da Siklosi 10-15 e poi dall’ucraino Reizlin 12-15.

Nel nuoto ottavo piazzamento globale per Margherita Panziera nei 100 dorso. Nei 100 rana quinto posto per Martina Carraro, mentre è stata squalificata la tarantina Benedetta Pilato per una gambata irregolare. Ottava nei 400 misti Ilaria Cusinato. Stefano Ballo, settimo tempo, e Stefano Di Cola, sedicesimo e ultimo tempo, vanno in semifinale nei 200 stile libero. Nei 100 dorso ottimo secondo tempo per Thomas Ceccon, fuori invece Simone Sabbioni. Qualificazione con record italiano per la staffetta 400 stile libero. Miressi, Condorelli, Zazzeri e Frigo si qualificano quindi per la finale nella prossima notte italiana.

Nel surf avanza Fioravanti, che accede agli ottavi di finale.

Nel beach volley femminile Menegatti e Orsi Toth sono state battute 0-2 dal duo russo Kholomina e Makrozugova. Avanzano invece nel maschile Lupo e Nicolai, superando i tedeschi Thole e WicklerCarambula e Rossi, opposti agli americani Gibb e Bourne, perdono 0-2

Nel tennis avanza Camila Giorgi, 2-0 alla statunitense Brady, fuori Jasmine Paolini, battuta 0-2 dalla ceca Kvitova.

Nel sollevamento pesi, solo sesto posto Davide Ruiu nella categoria 61 kg.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE — Tokyo 2020, 1°giornata: luci e ombre per gli Azzurri

Softball, ancora una sconfitta per l’Italia

Ancora una sconfitta per Greta Cecchetti e compagne, che erano partite con l’obbiettivo dichiarato della medaglia di bronzo ma chiuderanno al massimo quinte, se dovessero riuscire a battere il Canada. Oggi con il Messico le nostre hanno subito un pesante 5-0, buona la prova di Alexia Lacatena ma non basta, ancora una lezione e tra l’altro, per la prima volta, giocando male. Delusione quindi, adesso si cerca una vittoria simbolica che salvi l’onore. Coraggio azzurre, non mollate.