Come dite? Pensavate di aver visto tutto nel calcio? Probabilmente non eravate ancora stati ad Anfield o non eravati seduti comodi sulla vostro divani a vedere ciò che è successo a Liverpool! I ragazzi di Klopp hanno compiuto un’impresa epica, leggendaria: con un 4-0 clamoroso hanno ribaltato il risultato di una settimana fa in cui il Barcellona del divino Messi aveva praticamente quasi raggiunto con il 3-0 la finale. Quasi, appunto, perché i Reds, pur privi di Firmino e Salah si sono attaccati, come cani rabbiosi, al collo del Barca e non l’hanno lasciato finché non si sono arresi.

La storia, la ruota quando deve girare lo fa nella maniera giusta, seguendo il corso degli eventi: un nome risalta sugli altri per questa impresa titanica, quello di Wjinaldum. Il centrocampista olandese entrato all’inizio del secondo tempo per l’infortunio di Robertson, che sembrava chiudere qualsiasi porta per il Liverpool viste già le assenze pesanti in attacco, nel giro di un paio di minuti dal 9′ al 11′ minuto della ripresa azzera le differenza reti con il Barca. Il primo gol era stato segnato dopo una manciata di minuti da Origi, che poi segnerà il gol della storia al 75′, ma Messi e compagni erano già in ko tecnico. Per il Barca altra uscita umiliante e di remuntada subìta, dopo quella che la Roma gli assestò nella scorsa Champions. Tanti rimpianti per i catalani..quanto è pesato l’errore di Dembelé sul fischio finale a porta spalancata.

Klopp vuol sfatare la maledizione europea…

Il Liverpool si prensenta così alla nona finale di Champions della propria gloriosa storia, cercando di portare sotto la Kop la sesta Coppa e cantare insieme l’emozionante “You’ll never walk alone“! Klopp nel dopo gara, seppur convinto di poter fare una grande gara, è stato stupito lui stesso, nella capacità e concentrazione dei propri ragazzi di portare a casa un risultato storico, soprattutto nella difficoltà di tenere la porta inviolata contro Messi e Suarez. Per Jurgen Klopp ora la possibilità di riscrivere anche la propria storia: grande tecnico, grande personaggio ma perdente nelle finale europee in cui è arrivato. Klopp ha perso le finali di Champions col Borussia Dortmund nel 2013 e con il Liverpool nel 2018, sempre con i Reds ha perso quella di Europa League nel 2016. Ora l’appuntamento per sfatare la Storia è per il 1 giugno al Wanda Metropolitano di Madrid, in bocca al lupo Jurgen!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *