Dentro o fuori.Questa sera sapremo il verdetto sul cammino europeo dei nerazzurri.Alle 21 si giocheranno i due match del girone B: Inter -PSV a San Siro e Barcellona-Tottenham al Camp Nou. Con il Barcellona qualificato come primo e il PSV fuori da ogni discorso anche per il terzo posto e quindi dall’Europa League, i due posti rimanenti spettano all’Inter e al Tottenham,entrambe a 7 punti. Chi fa più punti tra le due,si classifica seconda e continua il cammino nell’Europa che conta; chi ne fa meno si classifica come terza e quindi scende in Europa Leauge. In caso di parità, passa il Tottenham per differenza reti favorevole negli scontri diretti. Ecco perchè l’Inter deve assolutamente vincere e sperare che il Barcellona non venga sconfitto.

Qui Inter

Spalletti si gioca buona parte della stagione e forse anche del suo futuro.Dentro ovviamente i migliori,ma il problema è a centrocampo.Gagliardini e Joao Mario sono fuori dalla lista Champions, Vecino è out,Nainggolan è pronto solo per la panchina quindi ci sono due ipotesi su chi affiancherà Brozovic e Borja Valero,sicuri del posto. O una soluzione ‘difensiva’che vedrebbe l’avanzamento di Asamoah,con D’Ambrosio a prendere il suo posto  in difesa oppure la soluzione ‘offensiva’con Keita o Lautaro dietro Icardi. Probabilmente Spalletti sceglierà all’inizio la prima ipotesi per poi poter cambiare,eventualmente,a gara in corso ed andare ad aumentare il peso dell’attacco.Per il resto tutto confermato:dietro la coppia Skriniar-De Vrij, davanti Capitan Icardi.

Qui Psv

Gli olandesi non hanno più nulla da chiedere essendo fuori anche dai giochi per l’Europa League, ma come affermato in conferenza stampa non andranno a Milano in vacanza. Il tecnico Mark Van Bommel, sapore di derby per lui dopo i trascorsi milanisti,schiererà un 4-2-3-1 speculare . Confermati Schwaab e Viergever come centrali di difesa;i tre trequartisti saranno Lozano, Pereiro e Bergwijn a cercare di creare grattacapi alla retroguardia nerazzurra.Davanti,termniale offensivo,come sempre,De Jong.