Serata di Champions League quella di ieri sera, il calcio europeo non si ferma ed in piena emergenza mondiale a causa del Coronavirus, regala emozioni e colpi di scena. Passano ai quarti di finale Atletico Madrid e Paris Saint Germain, clamorosa battuta d’arresto per i campioni in carica del Liverpool battuti dopo i tempi supplementari dalla squadra di Simeone per 3-2.

Miracolo Atletico

Il Liverpool cede la strada all’Atletico Madrid che inaspettatamente compie un vero e proprio miracolo e capovolge ai supplementari una situazione che appariva disperata. I campioni in carica arrivano alla gara con un gol da recuperare ed il vantaggio arriva al 43′ ad opera della testa di Wijnaldum che insacca lasciato colpevolmente solo in area. Il Liverpool non riesce a chiudere la gara tanto che necessitano i supplementari per decretare la vincente e dopo il raddoppio di Firmino la vittoria sembrerebbe cosa fatta per i Reds. Ma i Colchoneros hanno più vite che i gatti e riducono le distanze con Llorente che in pieno recupero realizzerà la sua doppietta personale. L’impresa viene però concretizzata al 121′ ad opera di Morata.

Tutto facile per il Psg

In un Parco dei Principi senza pubblico, il Psg si sbarazza facilmente del Borussia Dortmund per 2-0 ed accede ai quarti di finale. Gli uomini di Tuchel risolvono la pratica già nel primo tempo con rete del vantaggio siglata al 28′ da Neymar che sul secondo palo di testa trova la rete su assist di Di Maria. Poco dopo il 45′ i francesi raddoppiano, Bernat è abile a ribadire in rete un prezioso cross di Sanabria. Finale concitato con un rosso diretto comminato ad Emre Can che provoca la rissa tra Neymar, Marquinhos e Di Maria tutti puniti dai cartellini gialli.