Una rete di Poulsen permette alla Danimarca di esordire con un successo ai Mondiale. Perù poco concreto in avanti.

Inizia con il piede giusto l’avventura della Danimarca ai Mondiali: Perù battuto grazie al sigillo di Poulsen, ben assistito da Eriksen. Ai sudamericani non basta una prova di orgoglio e di occasioni che però non sono state sfruttate come il rigore calciato da Cueva.

La gara è caratterizzata dal grande equilibrio. Carrillo testa i riflessi di Schmeichel, Farfan obbliga Kjaer al grande intervento per evitare il goal del vantaggio. La Danimarca prova a svegliarsi trascinata dalla fantasia della sua stella, Eriksen, fermato a sua volta dal muro peruviano su punizione dal limite.

Proprio nel finale di tempo ecco l’episodio che avrebbe potuto cambiare la gara: Cueva viene agganciato in area da Poulsen, l’arbitro gambiano Gassama concede il penalty solo in un secondo momento dopo aver visionato le immagini al VAR. Sul dischetto si presenta proprio Cueva che spiazza Schmeichel ma calcia altissimo.

Al 60′ il Perù perde una brutta palla a centrocampo, Eriksen si invola e serve Poulsen che segna sul primo palo lasciato scoperto da Gallese.

Gareca a questo punto inserisce Guerrero che va subito vicino al pari con un’incornata ravvicinata sventata da Schmeichel e con un colpo di tacco che termina a lato di pochissimo.

Forcing sudamericano è totale: Farfan viene fermato da un intervento memorabile coi piedi dell’estremo difensore danese che gli nega la gioia del pari.

Finisce 1-0 per la Danimarca!