Nel primo match del gruppo F succede di tutto: decide il rigore di Kone del Mali, ma il protagonista principale è il direttore di gara, che fischia prima la fine del match per poi proseguire,Janny Sikazwe alla Byron Moreno nella Coppa d’Africa 2021.

L’arbitro zambiano fischia infatti con circa un minuto d’anticipo la fine del match tra Tunisia e Mali salvo poi rettificarsi e far proseguire la gara, interrotta comunque poco dopo dal definitivo triplice fischio a 17 secondi dal 90′.
La Tunisia, sconfitta sul campo da un penalty di Ibrahima Koné al 48′, va su tutte le furie e chiede la vittoria a tavolino, nonostante la terna cerchi di rimediare all’errore assurdo proponendo 3′ di recupero quando le squadre sono già negli spogliatoi.
Troppo pochi i 180 secondi di extra-time in una gara dove ci sono state comunque nove sostituzioni ed un rosso combinato nel finale ad El Bilal Touré.
Le aquile di Cartagine devono comunque anche rammaricarsi per non aver sfruttato con la punta del Sain-Etienne, Wahbi Khazri, il rigore che avrebbe sancito il pari al 77′.
Tra poco saranno in campo Mauritania e l’esordiente Gambia di Musa Barrow, ma la prima gara del gruppo F potrebbe seriamente esser rigiocata.