L’ex mediano di Guardiola ha collaborato nel pagamento della clausola per fare ritorno al Barcellona.

Xavi Hernandez è ufficialmente il nuovo allenatore del Barcellona. L’ex stella di Guardiola, per far ritorno in quella che per oltre un quarto di secolo è stata la sua casa, si è liberato dall’Al Sadd, squadra qatariota che allenava dalla stagione 2019-2020. La clausola rescissoria da 5 milioni, però, non è stata pagata interamente dal Barcellona.

Secondo quanto riporta l’ANSA, infatti, Xavi ha pagato di tasca sua 2,5 milioni di euro, corrispondenti a metà della penale dovuta all’Al Sadd in caso di eventuale addio anticipato. Per recuperare questa cifra, tuttavia, l’ex mediano del Barcellona presenzierà in Qatar, in qualità di ambasciatore, per un serie di iniziative di promozionali.

Nelle scorse ore l’Al Sadd ha comunicato, attraverso i suoi canali ufficiali, di aver raggiunto un accordo con il Barcellona per l’addio e il successivo approdo in Catalogna di Xavi. Tuttavia, fonti vicine al giornale spagnolo Mundo Deportivo, rivelano come questa operazione sia stata una forzatura per mettere pressione e accelerare le tempistiche per il pagamento della clausola.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Genoa, capolinea Ballardini: accordo con un ex Milan