Il Milan non molla nulla e raggiunge anche i quarti di finale di Coppa Italia dopo 120 minuti freddi e tiratissimi. Dal dischetto, fatale per il Toro l’errore di Rincon. Di Calhanoglu quello decisivo per il passaggio del turno.

Il primo tempo

Pioli a sorpresa rilancia Ibra dal primo minuto e rispolvera Musacchio in difesa al posto di Kjaer, lasciato precauzionalmente a riposo. Calabria gioca ancora a centrocampo con Kessiè, con Kalulu terzino destro. Zaza guida gli ospiti, in formazione altamente rimaneggiata. Il primo tempo si gioca all’insegna della noia. Pochissime occasioni degne di nota: un bel tiro di Ibra di poco alto e una conclusione di Zaza dalla lunga distanza che non crea pericoli a Tatarusanu. Partita molto bloccata a centrocampo, dove spicca l’ottima prova di Tonali. Senza ulteriori sussulti, si va al riposo sullo 0-0.

Il secondo tempo

La ripresa è tutta un’altra storia. Entrano Hauge e Calhanoglu per Ibra e Castillejo e il Milan comincia a macinare gioco. Milinkovic-Savic fa un miracolo su Leao, Calabria c’entra il palo e poco dopo viene imitato da Dalot. La porta sembra stregata e nel Milan comincia a subentrare la stanchezza. Entrano anche Theo Hernandez e Kessiè, il Milan mette alle corde il Torino ma è poco preciso in zona goal. Di contro, gli ospiti non fanno assolutamente nulla e anche l’ingresso di Belotti nel finale non da ragione a Giampaolo. Donnarumma viene espulso dalla panchina per proteste per un fallo di Milinkovic su Leao che non viene sanzionato col rigore, Diaz si mangia un goal fatto in piena area (86′) e i supplementari sono un epilogo inevitabile.

Tempi supplementari e rigori

Il Milan riprende a spingere, arriva vicino all’area di rigore ma non punge. Ci provano Diaz, Calhanoglu e Theo ma non riescono a colpire. Kalulu si beve Belotti in più occasioni confermando l’ottimo potenziale e i grandi margini di crescita. Le due squadre sono stanchissime e si va quindi ai rigori. Del Milan segnano tutti: Kessiè, Hernandez, Tonali e Calhanoglu. Per il Toro fatale l’errore di Rincon che si fa parare il tiro da Tatarusanu. Il Milan passa, vola ai quarti dove aspetta la vincente di Fiorentina-Inter, gara in programma domani alle 15:00. Aria di derby?