Verona-Milan: il match di domani rispecchierà l’occasione perfetta per vedere nuovamente all’opera Mattia Zaccagni, trequartista attenzionato da Maldini.

Il fondamentale match per le ambizioni europee del Milan, chiamato a ritornare a correre per afferrare il treno che conduce verso la Champions della prossima stagione, ripresenterà la ghiotta occasione di osservare da vicino uno degli obiettivi attenzionati da Maldini e Massara nel corso dell’ultimo anno: Mattia Zaccagni.

Centrocampista a tutto campo, grande dinamismo e ottima tecnica di base, doti che gli consentiranno di far parte, con ogni probabilità, della lista scelta da Mancini per l’Europeo in programma a giugno. Il trequartista del Verona potrebbe risultare il vero colpo della dirigenza rossonera per risolvere gli enigmi derivanti dalle nebulose situazioni legate al futuro di Calhanoglu e Brahim Diaz, con quest’ultimo in procinto di riprendere l’aereo che porta verso Madrid, causa fine prestito.

Potrebbe interessarti anche questo articolo >>> Calciomercato Milan, rinnovo Brahim Diaz ad una sola condizione

Altro motivazione che potrebbe spingere la dirigenza rossonera a virare con decisione sul nativo di Cesena, il contratto in scadenza nel 2022 di Zaccagni con il Verona, segno inequivocabile di un’occasione più unica che rara da sfruttare già nel corso di questa sessione estiva, visto che non consentirà agli scaligeri di richiedere cifre folli per fare a meno del proprio punto di riferimento. Diavolo ufficialmente iscritto, dunque, alla lunga rincorsa che porta ad assicurarsi le prestazioni di un talento nel pieno della maturità calcistica (è un classe 1995), e nel giro della Nazionale.