Dopo i numerosi acquisti conclusi all’inizio di questa sessione di mercato, la Roma sta cercando i due profili per completare definitivamente la rosa: il mediano e l’ala destra. I nomi fatti in quest’ultimo periodo sono tantissimi, ma i più concreti sembrerebbero quelli di N’Zonzi a centrocampo e Suso in attacco.

Suso: tra rinnovo e cessione

Nella giornata di ieri Suso è stato a Casa Milan per discutere del suo futuro. Le due ipotesi sono tanto concrete quanto diametralmente opposte: da una parte c’è il rinnovo che blinderebbe lo spagnolo in rossonero, dall’altra ci sarebbe la cessione per favorire il risanamento dei conti della società. Una delle poche società interessate al giocatore è proprio la Roma che, dopo il caso Malcom andato poi al Barcellona, ha deciso di aspettare e sondare con saggezza le possibili alternative.

Suso piace molto Di Francesco (che ricordiamo ama giocare a piedi invertiti sulle fasce d’attacco), ma ad oggi sembrerebbe che il Milan abbia fatto muro ritenendo il giocatore fondamentale per il progetto, dunque incedibile.

C’è però un velo di positività in quanto sembrerebbe che il Milan stia cercando un’ala: Promes sarebbe il nome più papabile.

Quest’ultimo, però, è stato più volte accostato anche alla Roma e non si esclude che, se dovesse sfumare l’acquisto di Suso, la società capitolina possa virare proprio sul giocatore olandese.

N’Zonzi più vicino

Il giocatore francese, neo campione del mondo, avrebbe chiesto la cessione al suo attuale club, il Siviglia.

Nonostante ciò, il DS del club spagnolo ha affermato che potrebbe partire solo con una offerta molto vicina al valore della sua clausola rescissoria (35 milioni), altrimenti rimarrebbe al Siviglia per altri due anni come da contratto.

Monchi, però, sta cercando di ridurre il più possibile il prezzo del cartellino (e contestualmente anche le pretese del giocatore per l’ingaggio), in quanto trattasi di un quasi trentenne i cui costi di ammortamento non sarebbero gestibili con facilità dal club giallorosso.

Nonostante tutto, però, anche grazie alla chiusura del mercato inglese in entrata, per l’affare trapela molta più positività delle scorse settimane. A breve dovrebbero esserci novità importanti sotto questo aspetto.