Fino a ieri Gattuso era saldo sulla panchina del Milan.

Da oggi qualcosa si è mosso è quella certezza è venuta meno.

È bastata una serie di infiltrazioni in base alla quale Elliott starebbe pensando ad una vera e propria rivoluzione non solo del CDA, ma anche dell’area tecnica con l’ingresso sulla panchina del Milan del mister Antonio Conte, più volte accostato alla società negli ultimi anni, ma forse più per suggestione.

Ora tale suggestione potrebbe nascondere basi più solide. 

Il fondo americano vorrebbe tagliare i ponti con la gestione precedente. Non solamente Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli avrebbero i giorni contati, perfino Gattuso.

Il primo si sta già guardando attorno e sembra volersi candidare per un ruolo in Lega Calcio.

Invece il direttore sportivo dovrebbe rimanere fino al termine del calciomercato con la ‘supervisione’ di Leonardo, non troppo amato dai tifosi milanisti, ma uomo di manifesta esperienza e professionalità.

E i tifosi come la stanno prendendo? I pareri sono contrastanti, Gattuso non si tocca, è il mantra di tanti, ma l’idea Conte stuzzica tanti altri ed incuriosisce perché se un allenatore di cotanta caratura sposa il progetto, significa che un progetto esiste, è forte, ed è ben delineato.

Prima del 21 luglio non ci si aspetta nessuna dichiarazione ufficiale, ma sicuramente dopo tale data i tempi diverranno serrati, si dovrà iniziare il calciomercato, o meglio, migliorarlo e si dovrà pensare all’area tecnica per poter dare la possibilità all’allenatore nuovo di conoscere la squadra ed adattarla ai propri schemi di gioco che si sa, sono particolarmente esigenti e non di facile assimilazione.

Questa novità sta destabilizzando l’ambiente rossonero, sono ore frenetiche, ma analizzando gli ultimi movimenti della nuova futura società si presume ne vedremo delle belle.