Da settimane si discute del papabile trasferimento di Milinkovic Savic, centrocampista biancoceleste, all’ombra dell’Old Trafford. Un trasferimento multimilionario, che porterebbe nelle casse del club romano una cifra che si aggira attorno agli 80 milioni di euro. Una plusvalenza notevole, se ricordiamo quanto Lotito investì per ottenere le prestazioni calcistiche, qualche anno fa. Allo United occorre un centrocampista, per sostituire il partente Pogba, conteso sia dal Real, che dalla più defilata Juventus.
La venuta di Milinkovic Savic a Manchester sblocca il mercato in entrata della Lazio, che dal canto suo, a quel punto, potrebbe non solo sostituire Milinkovic più che degnamente, ma anche sfruttare il potere economico per tentare di accaparrarsi qualche altro rinforzo sia in attacco, che in difesa.

A centrocampo

Tanti i nomi che si sono susseguiti in queste settimane, nomi che andrebbero a colorare il centrocampo biancoceleste. Una volta ultimata la cessione di Milinkovic, la Lazio potrebbe aprire le porte a Yazici, gioiellino turco del Trabzonspor, che in una recente dichiarazione del proprio presidente, ha affermato di non aver alcuna intenzione di cedere il suo diamantino per meno di 20 milioni di euro, con l’aggiunta anche di un 20% sulla futura rivendita. Una dichiarazione forte, di cifre piuttosto alte, in quanto la Lazio spera di chiudere per 15, e senza includere nella trattativa appunto, la clausola di rivendita. Discorso forse un pochino meno articolato, ma sicuramente complesso anche quello legato a Szoboszlai. Il centrocampista ungherese, in forza al Salisburgo, ha un valore molto simile a quello pattuito dai turchi per Yazici, 20 milioni di euro. Per quanto la Lazio sia favorevole al pagamento di tale cifra, l’ostacolo sarebbe proprio il club austriaco, poco incline a cedere un pezzo così importante della propria rosa.

In difesa

Dopo l’acquisto di Vavro, e il reintegro di Radu, Lotito e Tare parlano di una difesa completa, e che pertanto non riceverà ulteriori rafforzamenti. Questo discorso però perderebbe di validità se, da quì alla fine, dovessero partire sia Bastos che Wallace, o anche solo uno dei due. Molti sono i nomi circolati in orbita Lazio proprio per sostituire i partenti, ed il più accreditato sembra essere Hinteregger, centrale possente in forza all’Ausburg.Il club tedesco ha già reso noto che la valutazione econimica relativa appunto al portentoso centrale, è di 15 milioni di euro, cifra che Lotito tenterà certamente di abbassare, anche se lo stesso Ausgburg non farà sconti.
Discorso similare quello che riguarda Biraschi del Genoa, che però recentemente si è lasciato andare a dichiarazioni d’amore nei confronti della propria maglia, chiarendo che quasi ceramente resterà appunto, a Genova. Ultimato ormai invece il trasferimento di Cipriano dal Santos, giovanissimo centrale di difesa che dopo un test ad Auronzo, andrà probabilmente a giocare con la primavera.

In attacco

La Lazio ha già scelto, in realtà, di rinnovare il contratto a Caicedo, che specie nell’ultima parte di stagione, ha convinto mister Inzaghi delle sue doti. Chi invece sembra meno convinto della propria permanenza è proprio Caicedo, che vorrebbe cambiare aria. In caso di cessione, La Lazio si metterebbe dunque sulle tracce di un degno sostituto, ed il nome più in voga è quello di Simeone della Fiorentina, reduce da una poco entusiasmante stagione con i viola. La valutazione di 20 milioni è eccessiva, stando al punto di vista del presidente Lotito, che vorrebbe giocare al ribasso per accaparrarsi il Cholito. Meno probabili sono i nomi di Llorente, svincolato di lusso dal Totthenam, e Petagna, che però rimane troppo caro per le casse romane.