A pochi giorni dal termine del Campionato di Seria A 2020-21 regna grande incertezza sull’assegnazione delle panchine per la prossima stagione. Potremmo assistere nelle prossime settimane ad un valzer di allenatori senza precedenti nella storia recente del massimo campionato.

A modo suo, Josè Mourinho, ha già vinto un “titulo” : la Roma è l’unica squadra ad aver già assegnato con sicurezza la sua panchina allo “Special one” per la prossima stagione. Per tutte le altre regna grande incertezza, procediamo scorrendo la classifica dall’alto : Inter, Antonio Conte attende chiarimenti da Suning in merito alla situazione finanziaria della società e , di conseguenza, sui rinforzi che chiede in vista anche della Champions League. Non ancora certa la sua permanenza sulla panchina nerazzurra.

AtalantaGian Piero Gasperini, dopo aver fatto grande la Dea è diventato uno degli allenatori più quotati in circolazione, se arrivasse la proposta di un club di grande blasone ( Juventus ? ) potrebbe anche lasciare.

Napoli, quasi certo l’addio di Gennaro “Ringhio” Gattuso che potrebbe essere sostituito da Luciano Spalletti. La panchina di Stefano Pioli al Milan sembrava certa fino a pochi giorni fa, dopo il deludente pareggio con il Cagliari che ha rimesso in discussione la qualificazione champions, il suo futuro rossonero non appare più così sicuro. Juventus, fallito il progetto Pirlo sarà sicuramente un grande nome a guidare i bianconeri nella prossima stagione. LazioSimone Inzaghi non ha ancora firmato il famoso rinnovo e fonti bene informate da Londra lo danno vicino al Totthenam.

Valzer delle panchine

E’ in Ucraina allo Shakhtar Donetsk la prossima tappa professionale di Roberto De Zerbi, come da tradizione il Sassuolo affiderà la conduzione tecnica ad un giovane emergente. Nonostante l’ottimo campionato che ha seguito la bella salvezza precedente anche Claudio Ranieri non è ancora certo della sua permanenza a Genova sponda Samp. Nel caso le offerte non gli mancheranno di certo. Ivan Juric ha fatto molto bene al Verona ed ha diverse società interessate alle sue prestazioni, la panchina degli scaligeri potrebbe cambiare condottiero. Anche a Sinisa Mihajlovic potrebbe arrivare qualche allettante proposta che lo convinca a lasciare il modesto progetto della proprietà del Bologna che di certo non lo soddisfa. Incerto anche il futuro di Luca Gotti all’ Udinese come lui stesso ha dichiarato di recente rimandando ogni conclusione al termine del campionato.

Sicuro l’avvicendamento sulla panchina della Fiorentina che saluterà Beppe Iachini per accogliere probabilmente Gennaro Gattuso. Neppure Davide Ballardini, nonostante la brillante salvezza conquistata con anticipo, è ancora certo della sua permanenza sulla panchina del Grifone. Meriterebbe la Panchina d’Oro Vincenzo Italiano che con una squadra giovane e di quasi tutti debuttanti, ha conquistato la salvezza con il suo Spezia divertendo anche gli appassionati con un gioco moderno ed efficace. Proprio per questo riceverà offerte interessanti, per niente sicura la sua presenza sulla panchina ligure nella prossima stagione. Probabile ma non sicura la conferma di Leonardo Semplici al Cagliari. Per Pippo Inzaghi al Benevento Davide Nicola al Torino tutto dipenderà dall’esito finale della lotta salvezza.

Insomma l’incertezza per le panchine della Seria A 2021-22 regna sovrana e pensare che l’Italia è da sempre un paese di santi, poeti, navigatori e… allenatori.