Ultima settimana di calciomercato assai frenetica per il Milan e non poteva essere altrimenti considerato il forte ritardo accumulato verso le altre squadre a seguito del cambio societario al vertice ed alla susseguente nomina di Leonardo e Maldini. I due stanno lavorando alacremente 24 ore su 24 per portare a casa l’ultimo puntello a centrocampo al fine di accontentare le richieste di Mister Gattuso. Nonostante le rigide morse del fair play finanziario ed i conseguenti scrupolosi occhi puntati addosso da parte della Fifa, la società rossonera di è mossa decisamente bene sul mercato con gli arrivi di Caldara ed Higuain firmati Leonardo oltre a quelli di Reina, Strinic ed Halilovic arrivati già tempo addietro con il tramite della precedente società.

Bakayoko in prestito

Il nome che circola in questi giorni, richiesto a gran voce da Gattuso, è quello di Tièmouè Bakayoko, calciatore ad oggi militante nelle fila del Chelsea. Secondo voci provenienti dalla stampa inglese la trattativa si trova già in fase avanzata e potrebbe chiudersi tra oggi e domani. L’ivoriano non rientra nei piani del nuovo allenatore Sarried accetterebbe di buon grado la destinazione Milan che è quindi in trattativa con il club londinese per trovar l’accordo definitivo, ricordiamo che gli inglesi chiedono 5 milioni di euro per il prestito e 30 milioni di riscatto tra 1 anno. Classe 1994, 189 cm per 72 kg, il giocatore francese di origini ivoriane è un mediano molto forte fisicamente, dotato di buona corsa e molto abile nel gioco aereo che può anche giocare da centrocampista centrale. Nel 2017 è stato acquistato dal Monaco, squadra nella quale aveva dimostrato al meglio le sue qualità, per la cifra di 40 milioni. La stagione scorsa però non é stata entusiasmante complice anche la stagione altalenante della squadra di Conte.

Suso vuole il rinnovo

Oltre a Bakayoko e ad altre suggestive voci di mercato che ogni ora prendono forma, nella giornata di ieri si é tenuto il tanto atteso incontro tra Suso, il suo agente Lucci, Leonardo e Maldini. L’attaccante rossonero ha chiesto di poter rivedere al rialzo il proprio ingaggio attualmente di 3 milioni di euro più bonus a seguito del rinnovo dello stesso nel settembre scorso. I due dirigenti rossoneri a fine colloquio hanno fatto sapere che al momento il prolungamento non rappresenta un argomento di stretta attualità e che eventualmente sarà affrontato nelle prossime settimane. L’agente Alessandro Lucci, uscito di fretta dalla stanza, si è rifiutato di rilasciare alcuna dichiarazione. La Roma comunque non molla, Suso è un loro obiettivo concreto e nelle prossime ore potrebbero esserci altri rilanci, oltr a quello di qualche giorno fa che vedeva Perotti come contropartita tecnica oltre a 15-20 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *