Il Milan è un cantiere aperto, tante le trattative imbastite, tantissimi i profili studiati ed individuati. Qualche acquisto c’è stato, ma nessun colpo di scena ed i tifosi al momento sono in attesa speranzosi di vedere un acquisto degno del blasone della squadra. Se non si inizierà a vendere però difficilmente tali nomi arriveranno a maggior ragione con l’Uefa che punta costantemente gli occhi addosso ed un rigido fair play finanziario che blocca ogni fantasia. Servono quindi plusvalenze per potersi muovere con maggior disinvoltura sul mercato. E’ notizia di ieri quella che probabilmente Donnarumma rimarrà, pertanto bisognerà trovare altrove le plusvalenze necessarie. Prossimo partente sarà di sicuro Laxalt che, con l’arrivo di Theo Hernandez, viene considerato di troppo, di fatto ci sarebbero ben quattro terzini sinistri e bisogna per forza sfoltire. L’uruguaiano viene valutato 15 milioni ed ha alcuni estimatori pronti a sferrare l’attacco finale quali Zenit San Pietroburgo ed Atalanta.

Altro probabilissimo partente Samu Castillejo il cui rendimento è stato assolutamente al di sotto delle aspettative. Qualche rete, qualche guizzo, ma poco di più, ci si aspettava ben altro ed infatti Gattuso per la maggior parte della stagione ha deciso di tenerlo in panchina preferendogli Suso sulla destra e uno tra Calhanoglu e Borini sulla sinistra. Le idee tecniche di Giampaolo tendono ad affossare definitivamente ogni speranza di restare, il tecnico infatti gioca con due mezzale, un trequartista e la doppia punta. Al momento le offerte arrivano tutte dalla Liga, Valencia e Villareal in primis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *