Il Milan tra i tanti problemi attuali non può di certo trascurare anche quello del terzino destro, la situazione dopo ormai parecchi mesi non è delle più rosee in quanto sia Conti che Calabria non stanno di certo rendendo quanto dovrebbero sia in fase difensiva che in quella di ripartenza. Giampaolo prima e Pioli adesso non sono sembrati avere le idee chiare su chi schierare titolare e domenica dopo domenica è un eterno ballottaggio che a lungo andare non giova come morale e soprattutto come condizione fisica. Uno dei due è decisamente di troppo e probabilmente a fine stagione se ne andrà, a meno che il Milan decida di spendere soldi per un terzino destro di assoluta qualità ed un ulteriore rinforzo da utilizzare come rincalzo decidendo di vendere entrambi.

Un ruolo non suo

Andrea Conti continua a non trovarsi a suo agio nella difesa a quattro, nonostante il totale recupero dagli infortuni al ginocchio, la forma fisica risulta buona, ma non convincono le sue giocate. Spesso saltato, il terzino destro probabilmente potrebbe trovarsi maggiormente a suo agio come quinto elemento di centrocampio, magari con un modulo 3-5-2 in modo tale da sfruttare la sua corsa per proporre gioco, anzichè difendere. In fin dei conti nell’Atalanta veniva utilizzato in questa maniera ed i risultati erano davanti agli occhi di tutti. Questa potrebbe essere una soluzione, anche se al momento il tecnico Pioli sembra non avere mai preso seriamente in considerazione l’ipotesi.

Addio in estate

Molto probabile invece l’addio di Davide Calabria, terzino cresciuto nelle giovanili del Milan di cui tutti aspettavano la consacrazione dopo la buona annata dello scorso anno alla corte di Gattuso. Ed invece in questa stagione è avvenuta una vera e propria involuzione del classe ’96 che non solo non è stato in grado di replicare la scorsa stagione, ma durante le ultime apparizioni non riesce a difendere come richiesto e soprattutto pare eccessivamente nervoso ed impreciso. Per questi motivi il Milan ha deciso di mettere il terzino sul mercato, la cifra richiesta è di 15 milioni di euro.