Sarà un’importante rivoluzione a centrocampo quella che farà il Milan durante il mercato estivo. In bilico ci sono Kessiè, Biglia e Bakayoko oltre le sicure partenze di Montolivo, Bertolacci, Josè Mauri e Borini i cui minutaggi in campo sono stati davvero esigui in questa stagione. I dubbi legati alla sanzione Uefa che potrebbe escludere i rossoneri dalle prossime coppe sono reali e legittimi, ma non per questo Leonardo sta con le mani in mano, anzi è attivo più che mai per andare a mettere le mai sui profili che più interessano alla società giocando sul fattore tempo consapevole quanto sia importante per battere la concorrenza delle dirette avversarie.

Idea Bruno Fernandes

Il Milan sta tenendo d’occhio una vecchia conoscenza del calcio italiano: Bruno Fernandes. Il centrocampista portoghese classe ’94 aveva già vestito le casacche di Udinese e Sampdoria ed ha colpito la dirigenza rossonera per le strepitose stagioni in forza allo Sporting Lisbona. Passato al club portoghese nell’estate 2017 i numeri parlano per lui, 27 gol e 15 assist in 46 partite giocate. Statistiche impressionanti che non possono lasciare indifferente un club, quello milanista, che intende rivoluzionare la mediana.

Bruno Fernandes è un centrocampista estremamente versatile ed in grado di agire sia come trequartista, come mezzala o sterno offensivo. Dispone di buona tecnica di base e possiede un ottimo tiro dalla distanza. Giocatore molto generoso anche in fase di ripiego e di non possesso palla è stato recentemente paragonato a Javier Pastore e Rui Costa.

Una clausola da 100 milioni

Il rendimento da assoluto top player lo porta giocoforza a diventare uno dei nomi caldi per il prossimo mercato estivo. Il Manchester United parrebbe essere in pole position, ma attenzione anche alle volontà del calciatore il quale gradirebbe tornare nella Serie A italiana pertanto da monitorare l’interesse del Milan e pure quello della Juventus. I due club però dovranno mettere in preventivo e tenere in considerazione il fatto che il contratto con lo Sporting scadrà al 30 giugno 2023 e la clausola rescissoria ammonta a ben 100 milioni di euro. La squadra portoghese necessita di liquidità economica pertando dovendo fare cassa potrebbe abbassare le proprie pretese a 70 milioni, difficilmente si scenderà oltre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *