Fino a qualche giorno fa il destino di Lucas Paqueta sembrava, per lui era arrivata un’importante offerta dal Paris Saint Germain ad opera di colui che lo aveva portato un anno fa a Milan, ossia Leonardo ai tempi dirigente rossonero. Tale offerta consisteva in 10 milioni cash più Draxler, ma non ha trovato grossi accoglimenti da parte della società di Via Aldo Rossi, pertanto il tentativo è stato rispedito al mittente con la promessa di valutare quello che arriverà nei prossimi giorni. Il messaggio è chiaro e preciso, chi vorrà Paquetá dovrà sborsare almeno 35 milioni di euro, stessa cifra pagata dal Milan che non vuole di certo cadere in una minusvalenze, al momento non ci sono le possibilità economiche per certe operazioni di mercato e nemmeno l’Uefa vedrebbe di buon occhio una cosa simile.

Voglia di rivalsa

Il brasiliano durante la sua esperienza a Milano ha deluso, diciamocela tutta, non è stato in grado di trovare la continuità richiesta e non è stato mai in grado di incidere. Una veronica, un tunnel, una buona giocata ogni tanto non fanno di lui un profilo forte, anzi evidenziano soltanto enormi potenzialità inespresse da mezzo giocatore. Probabilmente il passo potrebbe essere breve ed un po’ di continuità in più, unita alla fiducia da parte della società, potrebbe fare il resto, ma al momento i dubbi permangono e sul futuro del classe ‘97 ci sono non pochi dubbi. Sia Gattuso che Giampaolo ed ora Pioli lo considerano un talento, ma nell’arco del campionato il tecnico parmigiano non sempre ha inserito nel progetto il brasiliano tanto che in lui è maturata l’intenzione di andarsene se non potrà dimostrare sul campo il suo valore. Al momento il morale è a terra, reputo Paqueta in grado di potersi riprendere questo Milan scevro di grossi campioni e ripartire, dipende tutto da lui, la sfida deve partire dalla sua testa e l’arrivo di Ibra non potrà che giovare dal punto di vista motivazionale.