Il Milan è al lavoro per sistemare il reparto difensivo che potrebbe letteralmente essere stravolto in estate. Al momento sicuro di rimanere in rossonero è soltanto Matteo Gabbia il cui contratto è stato rinnovato, oltre a Theo Hernandez la cui partenza avverrà solo se arriveranno proposte veramente indecenti.

Per il resto quasi sicura la partenza di Musacchio, oltre alla paventata ipotesi della dipartita anche di un altro difensore, quello più importante nelle gerarchie, il capitano Alessio Romagnoli. Ebbene sì, anche lui è a rischio, potrebbe infatti essere venduto per fare cassa oltre al fatto che Mino Raiola sta spingendo per capire quali saranno i veri progetti futuri dei rossoneri cercando di suggerire al suo assistito altre destinazioni.

Si seguono due profili

Il Milan cerca un giovane di qualità capace di imporsi fin da subito al centro della difesa ed in grado di prendersi le proprie responsabilità consapevole che come compagno di squadra non ci sarà un difensore esperto, bensì un ragazzo di buone speranze come Gabbia. Tralasciando un attimo il sogno Upamecano che difficilmente arriverà, il club di Via Aldo Rossi ha puntato gli occhi su due difensori fisicamente molto potenti.

Il primo della lista è Kristoffer Ajer, centrale norvegese classe ’98 il cui contratto è in scadenza nel 2022 ed attualmente è in forza al Celtic. Difficilmente il club di appartenenza lo lascerà andare via, ma i rossoneri ci stanno lavorando consapevoli di avere davanti un ottimo difensore su cui parecchie altre squadre stanno rivolgendo attenzioni.

L’altro centrale che rimane in lista è Boubacar Kamara, classe ’99 già in passato accostato al Milan la cui valutazione può apparire eccessiva per le casse rossonere. 60 milioni sono una cifra al momento inarrivabile ed assolutamente fuori dal budget imposti da Elliott, ma i recenti problemi economici del Marsiglia e la necessità di realizzare plusvalenze potrebbero far pensare il club francese di adeguare al ribasso le loro pretese.