Dopo aver preso atto dalle parole di Leonardo di ieri sera nel post partita della gara contro il Torino del mancato ritorno di Ibrahimovic, i tifosi rossoneri si aspettano il grande colpo in attacco e ritengo che in qualche modo la società stia lavorando per poterli accontentare e soprattutto dare più soluzioni ad un reparto offensivo composto da soli due bomber di razza ossia Higuain e Cutrone, con il primo peraltro perseguitato dai dolori alla schiena che ne compromettono il rendimento e la serenità.

Davanti alle telecamere Leonardo ha comunque ribadito l’intenzione del Milan a ricorrere al mercato invernale per arrivare ad un centrocampista di qualità e ad un attaccante che sia già pronto per confrontarsi da subito col campionato italiano.

Quagliarella nome caldo

Incassato il no di Ibra, in queste ore sta prendendo forma l’idea Fabio Quagliarella, attuale attaccante della Sampdoria. Il profilo sarebbe sicuramente adatto e rappresenterebbe senz’altro un usato più che sicuro in grado di offrire quantità, qualità e gol. Nonostante l’anagrafe dica 35, il giocatore sta dimostrando un’invidiabile forma fisica, segna e fa segnare, in questa stagione sono già 8 le reti e 5 gli assist, nella particolare classifica assist più reti in campionato sarebbe secondo solo ad un certo Cristiano Ronaldo. Quagliarella è a fine contratto con la Sampdoria e gradirebbe una formula con scadenza giugno 2020, ma il Milan molto probabilmente metterà sul piatto la stessa proposta fatta ad Ibrahimovic ossia un contratto di 6 mesi con opzione per la stagione successiva.

I contatti con la dirigenza blucerchiata ci sono già stati, nei prossimi giorni seguiranno sviluppi, quello che è certo è che l’ipotetico arrivo dell’attaccante il Milan avrebbe trovato innanzitutto un rinforzo di qualità capace di trovare con facilità la via del gol ed in secondo luogo disponibile talvolta ad accomodarsi in panchina senza particolari mugugni, cosa che Ibra ne siamo certi non avrebbe potuto assicurare.