Il Milan e Pioli hanno tutta l’intenzione di proseguire il percorso insieme: il tecnico a giugno ha rifiutato il Tottenham, con gli inglesi che lo avevano individuato come erede di Mourinho.

Stefano Pioli non ha nessuna intenzione di lasciare il Milan. E’ questo l’importante retroscena emerso in queste ore, secondo il quale il tecnico ha rifiutato a giugno un’importante offerta del Tottenham che lo aveva individuato come perfetto erede di Mourinho. Troppo forte il legame col gruppo rossonero e con tutta la dirigenza, enorme la voglia di continuare a migliorare lo splendido percorso cominciato nell’ultimo anno e mezzo.

E proprio il Milan e Pioli stanno dialogando sulla possibilità, valutata positivamente da entrambe le parti, di estendere fino al 2024 l’attuale accordo in scadenza a giugno del 2022. Maldini e Massara, col pieno supporto di Elliott, vogliono premiare lo splendido lavoro fatto dall’ex Lazio, consapevoli di come tutte le parti in causa abbiano trovato la giusta condizione e il giusto ambiente per esprimersi al meglio e consacrarsi in maniera definitiva. Pioli non molla e rilancia, dunque: per un futuro sempre più colorato di rossonero.