Il Milan dovrà cercare nei prossimi anni di prendere esempio dagli errori del passato al fine di non commetterne più, il nuovo corso della dirigenza rossonera sembra assolutamente decisa a segnare una discontinuità con il passato. Proprio per questo motivo, all’errore commesso sul ritardato rinnovo di Gianluigi Donnarumma, bisognerà agire in fretta per non commetterne un altro di altrettante proporzioni, ossia quello di Hakan Calhanoglu.

Il turco, lo abbiamo notato, è ormai un elemento imprescindibile per l’economia dell’intera squadra e grazie alle sue 9 reti, oltre ai 10 assist, sta iniziando a catalizzare gli occhi su di lui da parte dei principali club europei. Il trequartista ha solamente 26 anni ed è un profilo assolutamente appetibile.

Il rinnovo

Come detto, il tema rinnovo va affrontato subito, il contratto sarà in scadenza nel giugno 2021 e sarebbe quindi da evitare in tutti i modi arrivare nel mese di febbraio senza avere contrattualizzato la situazione. Vorrebbe dire lasciare libero il turco di accordarsi con qualsivoglia altro club a parametro zero. Da tempo se ne parla, inizialmente si ipotizzava ad agosto, poi tutto è slittato a settembre ed ancora oggi, che di giorni ne abbiamo 25, il contratto non è ancora stato rinnovato. Prioritario quindi passare dalle parole ai fatti, soprattutto per un giocatore di siffatta caratura.