Il Milan sta aspettando le mosse di Higuain, ma al contempo si guarda intorno consapevole che il fair play finanziario ne limita di molto il raggio d’azione impedendo di fatto spese folli. Bisognerà quindi tentare la strada del prestito con diritto di riscatto che ben sappiamo quanto poco piaccia alle società che vogliono vendere e monetizzare subito cash. Il Pipita non è più del tutto convinto di rimanere a Milano, le telefonate con il suo ex tecnico Maurizio Sarri si stanno intensificando e per la società rossonera tenere il giocatore contro la sua volontà potrebbe addirittura risultare controproducente. D’altro canto l’intero reparto offensivo non può gravare sulle spalle di Cutrone che sono senza dubbio solide, ma non possono garantire una copertura in due competizioni, campionato e coppa Italia. Servono quindi soluzioni, idee e serve concretizzare entro fine gennaio, in questa particolare condizione economica la fretta è sempre una cattiva consigliera, però siamo anche consapevoli del fatto che spesso è il fattore tempo a determinare l’acquisto o meno di un giocatore pertanto per questa serie di motivi il mercato rossonero è in grande difficoltà.

Si accelera per Piatek

Il profilo individuato a coprire l’eventuale dipartita di Higuain a gennaio è quello di Krzysztof Piatek, attaccante in forza al Genoa che molto bene ha fatto nel girone di andata di serie A nella sua prima esperienza nel campionato italiano. Prestazioni maiuscole e gol di pregevole fattura hanno spinto la dirigenza rossonera ad individuare in lui il possibile bomber del futuro rossonero e considerati i suoi 23 anni risponde perfettamente alle caratteristiche desiderate dal nuovo corso Gazidis il quale vorrebbe puntare maggiormente sui giovani dalle grandi potenzialità.

Il primo contatto tra Leonardo ed il presidente rossoblù Enrico Preziosi risale alla giornata di ieri. Volontà della società e del calciatore ci sarebbero, ma le condizioni sono chiare fin da subito, non si ammettono sconti. Il prezzo del cartellino dell’attaccante polacco ruoterebbe intorno ai 40 milioni e per queste cifre il Milan allo stato attuale non è in grado di sedersi al tavolo delle trattative. Leonardo però spera di poter convincere Preziosi con una proposta di prestito con diritto di riscatto, ma il Genoa inizialmente potrebbe rifiutare per valutare altri tipi di offerte che di sicuro non mancheranno. La trattativa non può che essere lunga e piena di ostacoli, il Real Madrid sarebbe già pronto a rilanciare con una sua offerta economica. Sicuramente in questi casi la volontà del calciatore giocherà un ruolo importante e l’amicizia tra la società milanista e quella genoana potrebbe fare il resto.