La permanenza di Paquetà al Milan potrebbe essere arrivata al suo epilogo, il talento brasiliano ha deluso ogni tipo di aspettativa e di fatto è riuscito a far vedere qualcosa di buono – poco a dire il vero – soltanto la stagione scorsa con Rino Gattuso al timone della nave. La stagione in corso invece è totalmente da buttare, poche presenze, un atteggiamento svogliato e confuso, a tratti impaurito, senza essere mai in grado di caricarsi la squadra con qualche giocata importante, che peraltro ha nelle corde, non dimentichiamocelo.

L’AD Gazidis vuole trovare una soluzione quanto prima considerato il fatto che Paquetà è sbarcato a Milano per la considerevole somma di 40 milioni, soldi impossibili da recuperare considerata la svalutazione che inevitabilmente si dovrà registrare. Il Milan non può registrare minusvalenze in questo delicato periodo del club, non potrà quindi cederlo per meno di 30 milioni e le squadre interessate al brasiliano via via si stanno defilando.

Rimane più soltanto il Psg che con Leonardo, suo grande estimatore, vorrebbe riuscire a mettere le mani sul brasiliano per una cifra non superiore ai 20 milioni, pertanto, per i motivi legati alle minusvalenze suddetti, l’operazione non potrà arrivare a naturale conclusione.

Resta l’ipotesi del prestito

Difficile che altre squadre si faranno sotto per acquistare il fantasista brasiliano, 30 milioni al momento vengono reputati eccessivi da chiunque, pertanto l’unica opzione al momento sarebbe cederlo in prestito. in queste ore si sta aprendo infatti una nuova possibilità il ragazzo ha necessità di rilanciarsi, di trovare nuove idee e stimoli, l’ipotesi del prestito al Flamengo potrebbe essere quindi quella giusta per il giocatore ed al contempo anche per il Milan che non vuole di certo liberarsene rimettendoci dei soldi.