Siamo stati tra i primi a dare la notizia dell’interessamento di Bernard Arnault al Milan e continuiamo in questi giorni ad aggiornarvi sulla situazione che lega, o meglio, potrebbe legare il patron del lusso ai rossoneri. I tifosi sognano un cambio al vertice ormai troppo delusi dalle prestazioni in campo e dai continui stravolgimenti dirigenziali ad oggi apparsi infruttuosi. Il gruppo LVMH presieduto appunto da Arnault viene visto come una specie di salvatore della patria, posto comunque – e lo ribadisco sempre – che al momento il Milan è in pieno fair play finanziario pertanto scordiamoci spese folli indipendentemente da chi governerà il club di Via Aldo Rossi ancora per un po’ di tempo.

La proposta

Come detto, in queste ultime ore sta girando una nuova proposta che sarebbe al vaglio della dirigenza, ossia una possibile cessione nel giro di pochi mesi per una cifra intorno ai 500 milioni più ulteriori 350 milioni che verranno versati in un periodo successivo al verificarsi di determinate condizioni, mi viene in mente lo stadio. Al momento, in base alle informazioni in nostro possesso, tenderei ad escludere questa eventualità. Come sappiamo, l’interesse di Arnault è reale, concreto, ma a pacchetto finito, ossia con il progetto ben avviato dello stadio, solo allora il Milan varrà 900 milioni/1 miliardo, e solo allora il magnate del lusso valuterà se affondare il piede sull’acceleratore oppure no. Mi viene veramente difficile pensare che Arnault possa acquistare il Milan a 500 milioni – la cifra che attualmente vale – se non è sicuro che lo stadio si farà.