L’arrivo di Icardi a Parigi ha oscurato una stella, Edinson Cavani infatti sembra patire oltremodo l’arrivo dell’ex bomber dell’Inter capace di trovare la via del gol 9 volte in 10 partite. Per l’uruguaiano invece la stagione non potrebbe andare peggio, 2 gol in sole 8 gare ed un’astinenza che dura ormai da tre mesi. Difficile per il tecnico Tuchel far coesistere i due bomber, tanto che potrebbe essere probabile una dipartita anticipata proprio di Cavani che ha un contratto in scadenza nel 2020.

Derby in vista

Edinson Cavani potrebbe essere liberato già a gennaio e su di lui ovviamente le pretendenti non mancano ad iniziare dalle italiane Milan ed Inter che si giocheranno un vero e proprio derby per mettere le mani sul classe ‘87 che accetterebbe di buon grado tornare in un campionato che ben conosce e che lo ha visto protagonista con il Napoli. Entrambe le squadre milanesi hanno necessità di carisma ed esperienza, ma ritengo che uno sforzo ulteriore lo potrebbe fare proprio il club di Via Aldo Rossi, nonostante le evidenti difficoltà economiche.

L’uomo di esperienza che manca in attacco

Con l’eventuale arrivo di Cavani in rossonero la squadra potrebbe beneficiare di maggiore esperienza, quella richiesta dalla stessa dirigenza, per consentire di far crescere al meglio elementi come Piatek e soprattutto Leao i quali necessitano di un faro per poter fare il grande salto. Se i rossoneri avevano buttTo anche un occhio su Ibrahimovic che di anni ne ha 38, perché non provare con un profilo di 5 anni più giovane comunque capace ancora di assicurare un buon bottino di reti e carisma da vendere?

Fossi nella dirigenza non mi lascerei sfuggire questa occasione, Cavani non ha più l’intenzione di fare panchina e desidererebbe concludere in modo migliore la sua carriera contribuendo magari ad un progetto importante ed ambizioso quale è, al momento solo sulla carta, quello rossonero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *