Il Milan ha un piano per Federico Chiesa, il forte laterale della Fiorentina potrebbe lasciare il suo club entro questa settimana. Il Milan sta alla finestra consapevole che prima dovrà risolvere due spinose questioni, prima fra tutte la qualificazione in Europa League che consentirebbe di portare nelle casse rossonere la bellezza di 15 milioni di euro freschi freschi da mettere sul mercato.

Ma non basta, si dovrà concretizzare anche la cessione di Lucas Paquetà per una cifra intorno ai 20 milioni di euro, il Lione vuole aspettare gli ultimi giorni per strappare un ulteriore sconto, il Milan ovviamente ha fretta di chiudere e pretende cash, oppure un prestito con obbligo di riscatto che permetterebbe di segnare a bilancio la cifra che verrebbe realizzata fra un anno. Solo se si verificheranno queste due condizioni la dirigenza rossonera lancerà l’assalto a Federico Chiesa.

Piace anche alla Juventus

Da tempo su CalcioStyle scriviamo che la principale pretendente al nazionale classe 1997 di Genova è proprio la Juventus. Agli inizi del mercato Fabio Paratici aveva personalmente incontrato la dirigenza viola per un sondaggio preventivo, ma Rocco Commisso aveva sparato alto, addirittura 70 milioni pertanto i bianconeri avevano abbandonato il campo per giocare altre partite con diversi altri obiettivi. Stando alle ultime indiscrezioni, la Juventus sarebbe tornata in lotta per Chiesa, ma difficilmente riuscirà a prenderlo se prima non sistema le uscite. Se Douglas Costa non lascerà la Continassa i bianconeri non tenteranno l’affondo, ricordiamo che in quel ruolo cè sempre anche Bernardeschi.

La formula

Il Milan potrebbe cercare di mettere sul piatto un prestito oneroso con diritto di riscatto ed eventuali bonus, un anticipo di 20 milioni potrebbe essere cosa gradita a Commisso che non potrà ancora tirare la corda a lungo, i giorni passano ed il 5 ottobre è vicino. Difficilmente Chiesa accetterà di vestire ancora la maglia viola per un anno, la soluzione andrà trovata e la cifra inevitabilmente verrà rivista al ribasso essendo quella attualmente pretesa del tutto fuori mercato.