Una squadra da rifondare, un vero e proprio cantiere aperto il cui compito di chiuderlo al meglio sarà affidato a Gazidis, questa volta da solo, come ha voluto la proprietà Elliott. Nomi nuovi, ingaggi sotto i 2 milioni e rosa    under 23, queste le credenziali per la nuova squadra 2020/2021. I talent scout rossoneri capitanati da Moncada sono alla ricerca di ragazzi con queste caratteristiche, impresa non facile, serve oculatezza, professionalità ed anche un briciolo di fortuna che non guasta mai.

I due profili di qualità

Sono due i rinforzi per il centrocampo che la dirigenza rossonera sta valutando attentamente, uno non è più un nome nuovo, Dominik Szoboszlai è da alcune settimane sui taccuini milanisti. Il talento ungherese era proprio stato scoperto da Rangnick ed ora al Salisburgo viene considerato come uno dei migliori centrocampisti a livello internazionale.

L’altro profilo è invece una novità, risponde al nome di Imran Louza, mediano francese in forza al Nantes. Io classe 99 è autore finora di una stagione memorabile, una volta conquistatosi il posto da titolare non l’ha più mollato e su di lui stanno per fatti piombando parecchi club europei.

Due giocatori completi, nonostante la giovane età sarebbero perfetti per un centrocampo in fase di costruzione, Szoboszlai sarebbe il perfetto sostituto del partente Bonaventura per tecnica e fantasia, mentre Louza costituirebbe una diga con Bennacer difficile da valicare. Come sempre però, trattandosi di due validissimi profili, anche altri club ci hanno messo gli occhi sopra, pertanto le trattative non saranno senz’altro semplici.