Il Milan sta cercando di rinforzarsi un po’ in ogni reparto del campo per tornare competitivo e tentare di risalire una classifica che lo vede più verso la zona retrocessione che verso le Coppe. Posizione insostenibile per un club il cui obiettivo a settembre era fare meglio rispetto alla scorsa stagione, quindi qualificarsi in Champions. Serve un difensore centrale, un terzino destro, un centrocampista di esperienza ed uno che là davanti la butti dentro. Al momento impalpabile la stagione di Piatek e la dirigenza rossonera non intende aspettarlo per altro ulteriore tempo.

Un vecchio pupillo

Torna di moda negli ambienti rossoneri l’idea Moise Kean che in questa stagione non sta certo esaltando i tifosi della sua attuale squadra, l’Everton che spese per il giovane attaccante ben 27,5 milioni più bonus prelevandolo dalla Juventus. Finora il classe 2000 non ha ancora segnato, ma a preoccupare sono soprattutto le scialbe prestazioni ed un rapporto ai minimi termini con l’allenatore Marco Silva che da alcune settimane pare non credere più in lui tanto da tenerlo spesso e volentieri relegato in panchina. Il Milan sta alla finestra, sul giocatore infatti già in estate c’erano stati interessamenti e contatti, non se ne fece nulla perchè le richieste della Juventus parevano eccessive ed i rossoneri al momento non stavano riuscendo a dare uno scossone al mercato in uscita con evidenti difficoltà a reperire liquidità.

Ripartono i contatti

La situazione però adesso è diversa, i rossoneri hanno ricevuto da parte della dirigenza Elliott una certa apertura a mettere mano al portafoglio e l’agente del giocatore – Mino Raiola – non è affatto contento della situazione del suo assistito tanto che vorrebbe già trovargli un’altra sistemazione per gennaio. Il procuratore è tornato infatti a parlare dell’attaccante a Boban e Maldini ponendo basi concrete su una vera e propria trattativa che da qui a breve potrebbe ripartire. Restano soltanto da capire e valutare alcuni limiti caratteriali che Kean sta dimostrando in questo periodo e che frenerebbero il Milan a fare un ulteriore passo, ma il talento del giocatore è indiscusso pertanto nelle prossime settimane la trattativa potrebbe ripartire.