muriel-milan

Dopo l’importante vittoria di ieri sera a San Siro contro la Spal per 2-1 che riporta i rossoneri ad un solo punto dalla zona Champions appena sotto la Lazio, per il Milan è nuovamente il momento di pensare al mercato per poter dare a Gattuso quei rinforzi di cui la squadra ha assolutamente bisogno alla luce dei numerosi infortuni occorsi da qui ad inizio stagione ed alcuni errori di valutazione in estate.

Pausa al momento giusto

La lunga pausa di campionato darà la possibilità a tecnico e società di mettersi a tavolino per studiare alcuni profili funzionali al gioco di Gattuso e al contempo sarà importante trovare formule che possano trovare l’accordo del fair play finanziario che con i suoi rigidi paletti potrebbe comprometterne non poco il raggio d’azione di Leonardo e Maldini.

La difesa resta cosi

Presumibilmente la difesa non verrà toccata, il rientro di Romagnoli e Musacchio, le buone prestazioni di Zapata e Calabria ed il totale recupero di Conti permettono a Gattuso di dormire sonni tranquilli e di concentrarsi su altri reparti più bisognosi.

Nuovo colpo in attacco

Dalla Spagna per la zona offensiva rossonera arriva la notizia di un affare ormai giunto in dirittura d’arrivo che potrebbe essere annunciato già nelle prossime ore a ridosso dell’apertura ufficiale del mercato invernale di gennaio, ossia Louis Muriel. Il giocatore non è nuovo al calcio italiano avendo già vestito le maglie di Udinese, Lecce e Sampdoria. Il colombiano classe 91 dal 2017 è al Siviglia dove in questa stagione ha disputato 19 presenze con 4 gol e 4 assist.

Lo stesso Gattuso, di solito molto restìo a parlare di mercato, nel post partita di ieri sera si è lasciato un po’ andare confermando di averne parlato con la dirigenza considerando Muriel un profilo importante e duttile in grado quindi di fare l’esterno ed anche la seconda punta.

In un attacco rossonero composto da due soli bomber di razza e considerati il momento no di Calhanoglu e gli alti e bassi di Castillejo, Muriel potrebbe rappresentare quell’usato sicuro in grado di offrire quantità e qualità fungendo da collante tra centrocampo ed attacco al fine di far arrivare più palloni giocabili ad Higuain che ha dimostrato di essere letale in area se servito a dovere.

L’attaccante colombiano ha rifiutato l’offerta della Fiorentina, in cima alla lista dei suoi desideri c’è il Milan e le due società stanno lavorando per trovare una formula per riscattare il cartellino al termine del prestito in estate.