Si susseguono da settimane dichiarazioni e smentite nella vicenda relativa alla poco probabile permanenza del centrocampista biancoceleste Milinkovic. Tutto ebbe inizio qualche giorno fa, quando Claudio Lotito, presidente e proprietario della Lazio, ha dichiarato apertamente che, la difficoltà nel riuscire a trattenere lo stesso Savic sarà più alta che mai, spiegando come sia stato già complicato riuscire a convicerlo ad aderire ancora alla causa Laziale. “Sarà difficile resistere agli assalti quest’anno”. Una dichiarazione abbastanza chiara, che però non definisce in maniera totale tutto ciò che invece c’è da sapere, e noi stessi ci chiediamo.

Appurato il fatto che Savic nel corso degli anni sia cresciuto esponenzialmente, attirando quindi giustificatamente l’attenzione da parte delle big europee. E’ dunque pensiero comune che, concedere al centrocampista laziale una grande occasione, sia il giusto ringraziamento per aver quasi sempre messo anima e cuore per la causa biancoceleste. Un avventura che, nonostante le smetite dello stesso Lotito, sembra giunta al termine. Quello che però viene evidenziato a grandi lettere dalla società Romana, è che c’è un prezzo base per sedersi al tavolo, una cifra che si aggira attorno ai 100 milioni di euro. Un ostacolo, quello della valutazione, che le big possono certamente saltare con facilità, ciò nonostante la migliore offerta giunta ai biancocelesti è più vicina ai 70, che non ai 100 che Lotito richiede. Sarà indubbiamente una delle telenovela di mercato, che da sempre colorano la sessione di calciomercato estiva.

Dal canto suo, Milinkovic mostra alla squadra un impegno sempre costante e dall’alto tasso qualitativo, onorando dunque con estrema professionalità la maglia che indossa,anche se è innegabile che, con lo United che ti bussa alla porta, la testa non vaghi anche verso quelle sponde. Dunque, ci sarà certamente da divertirsi, anche col mercato in uscita.