Juventus Manchester

I problemi finanziari causati dalla pandemia costringono le Società a ridurre al massimo gli esborsi di denaro, prediligendo un mercato di scambi: si scalda la pista che porta a 2 grandi ritorni.

La scelta di Ronaldo

Ronaldo è l’uomo dei record della Champions League: al momento è primo a quota 135 gol, con Messi staccato a 120 gol; la strada per essere il più grande di sempre passa necessariamente per la competizione più prestigiosa e Cristiano, a 36 anni, non può permettersi di non giocare la Champions anche solo per un anno.

L’attuale contratto con la Juventus, per quanto oneroso, scadrà nel 2022 e con tutta probabilità non verrà rinnovato: potranno mai i famosi vantaggi fiscali rallentare la corsa del portoghese al più grande di sempre nel calcio?

La situazione a Manchester

Il Manchester United sta vivendo un buon momento: non solo è matematicamente qualificata per la prossima Champions, ma la conquista dell’Europa League assicurerebbe anche la prima fascia nei sorteggi ai Red Devils. Tutti contenti? Tutti tranne Paul Pogba: il suo agente Mino Raiola ha già affermato che il suo assistito non ha intenzione di rinnovare il suo contratto che scadrà anch’esso nel 2022. Ecco perché lo scambio sembra l’operazione più realistica.

Il gradimento dei Red Devils non è chiaramente in discussione, ma anzi è stato più volte sottolineato sia dalla Chevrolet, sponsor del Manchester United, che si è detta pronta a sponsorizzare un’operazione di marketing di tale portata, sia dallo stesso Solskiaer che sarebbe entusiasta di riabbracciare Cristiano.

Pogba non è mai uscito dal cuore di tutti i tifosi bianconeri e negli ultimi anni sono stati frequenti i messaggi d’amore del francese alla Juventus.

Lo scambio conviene a tutti

Il portoghese anche a 36 anni sta dimostrando di essere ancora decisivo e un suo ritorno gli garantirebbe nuovi stimoli per quanto ne abbia ancora bisogno. Inoltre per il Manchester United si tratterebbe di un’operazione mediatica di portata mondiale, anche in termini di ricavi commerciali.

Il francese è l’unico vero grande obiettivo di mercato dei bianconeri: garantirebbe solidità ed esperienza al reparto forse più in difficoltà della Juventus vista in questa stagione. Conosce molto bene l’ambiente e con Rabiot l’intesa è già perfetta come dimostrano le prestazioni con la nazionale francese.

Certo Paul con ogni probabilità il prossimo anno continuerebbe a giocare in Europa League, ma ha ancora 28 anni ed un progetto pluriennale in una piazza che ama e che lo adora gli garantirebbe forti stimoli.

Lo scambio è attualmente l’ipotesi più vantaggiosa per entrambi i club: una valutazione di 60-70 milioni (attualmente la valutazione di Pogba secondo transfermarkt.it è di 60 milioni, mentre è di 50 milioni quella del portoghese) garantirebbe anche un’importante plusvalenza per entrambi i club, preziosa soprattutto in un periodo come questo, oltre naturalmente a consentire alle due squadre di non perdere il giocatore a zero nella prossima estate

Il mercato non è ancora iniziato ma Juventus e Manchester sono pronte a riabbracciare i loro re.