Dopo il successo in Coppa Italia per 6 a 2 contro il Benevento, tiene banco in casa Inter la ‘questione Icardi‘. Previsto in settimana un incontro tra l’Inter e Wanda Nara.

Contratto attuale

Mauro Icardi percepisce un ingaggio di 4,6 milioni l’anno, bonus esclusi (personali e di squadra) . Dopo il debutto  più che convincente in Champions, Icardi é ritenuto, anche a livello europeo, un top player e richiede un ingaggio adeguato, visti soprattutto i prezzi che girano in Italia ( basti pensare che Douglas Costa, nemmeno titolare fisso della Juventus percepisce di più dell’ argentino) ma soprattutto all’Estero. Nel contratto, in scadenza nel 2021, é presente una clausola di 110 milioni valida solo per l’estero e solo nell’ intervallo di tempo compreso tra il primo e il quindici luglio. Cosi, giusto per far passare due settimane di terrore ai tifosi nerazzurri.

La richiesta

È qui che si scontrano le due fazioni con l’Inter da una parte e l’entourage di Icardi, ovvero Wanda Nara, dall’altra. L’ Inter propone un adeguatamento a 7 milioni, un prolungamento fino al 2023 e l’eliminazione della clausola rescissoria. D’altra parte, Wanda consapevole del valore del marito, ha fatto richieste più elevate, ‘minacciando’ anche la presenza di numerosi club europei ( Real Madrid in primis) su Icardi. La richiesta è di almeno 9 milioni e la permanenza della clausola rescissoria, magari aumentata.

Meeting

L’incontro Marotta-Wanda é fissato per questi giorni, probabilmente tra mercoledì e venerdì. Wanda ha dichiarato che Icardi preferisce rimanere all’Inter, ma deve essere riconosciuto economicamente il suo valore, di fatto mettendo spalle al muro l’Inter. Si cercherà sicuramente un accordo, in quanto l’Inter non può permettersi di perdere il suo bomber, che a soli 25 anni ha firmato già più di 100 reti con la maglia nerazzurra. Non si sa come andrà a finire la ‘querelle’ : sicuramente Wanda verrà ripresa per i suoi tweet che hanno fatto arrabbiare l’Inter. E non é neanche la prima volta.